Rolli Days, il maltempo non ferma i visitatori: con 109mila presenze è (quasi) record

A ottobre 2017 furono addirittura 120mila, ma rispetto all'edizione di maggio 2018 l'incremento è di oltre 25mila persone. A ottobre 2018, nell'ultima edizione, furono invece 102mila

Un grande successo in termini di numeri per i Rolli Days di maggio 2019. Nonostante l'allerta gialla e il forte vento che ha costretto il Comune a tenere chiusi i palazzi all'interno dei parchi sono stati 109mila i genovesi e i turisti che da venerdì 3 a domenica 5 maggio hanno visitato i 31 palazzi nobiliari aperti, i due siti della Valpolcevera e le ville di Cornigliano e Sampierdarena. Un incremento di circa 7mila unità rispetto all'edizione di ottobre 2018, ma inferiore al record dei 120mila visitatori dell'ottobre 2017. Netto, però, lo scatto in avanti rispetto all'edizione di un anno fa. A maggio 2018, infatti, i visitatori erano stati "solo" 83mila.

I palazzi più gettonati

Tra i Rolli più visitati Palazzo Tursi (11.384 presenze), Palazzo Tobia Pallavicino (10.200) e Palazzo Nicolosio Lomellino (10mila), ma ottimi numeri sono stati registrati anche per la collezione d’arte custodita nel palazzo della Carige (5mila). Molto apprezzate le new entry come l’Abbazia del Boschetto, che ha riscosso un grande successo, così come le ville di Sampierdarena e Cornigliano, che hanno totalizzato circa 5mila presenze.

Rolli Days 2019: le visite guidate

Molto gettonate, come è ormai tradizione, le visite accompagnate a cura dei divulgatori scientifici, un gruppo di studenti universitari, giovane e competente personale d’accoglienza. Le visite a cura delle guide turistiche, in italiano, inglese e francese, hanno coinvolto circa 1.176 persone, di cui 60 hanno partecipato alle due visite guidate dedicate agli sponsor. Alle visite guidate gratuite riservate alle persone disabili, hanno partecipato invece 94 persone. Tutto esaurito per le visite esperienziali a Palazzo Tobia Pallavicino, con tasting guidato di olio, organizzate in collaborazione con Ligucibario e il Consorzio di tutela dell'olio extravergine DOP riviera ligure, nell'ambito di “gustincontro” con Umberto Curti. Sono stati 9.700 gli accessi agli IAT, in gran parte stranieri, mentre lo IAT mobile ha intercettato circa 1.300 persone. Rispetto allo stesso periodo del 2018, il servizio offerto
dallo IAT registra un incremento del 51 per cento.

Rolli Days: i numeri sui social

Successo anche sui social e sul web. Il contenuto dedicato ai Rolli Days sul sito Visitgenoa.it (rilevazione di domenica 5 maggio ore 19) ha ottenuto 57.224 visualizzazioni di pagina, mentre le visualizzazioni di pagine uniche sono state 44.383. Su Instagram sono state 14.082 le foto con hashtag #rollidays e 352.141 quelle con foto con #genovamorethanthis . La pagina evento Rolli Days creata su Facebook, Visitgenoa e Genovamorethanthis ha raggiunto invece 178.278 persone mentre la kermesse è stata raccontata sui canali sociali da 5 influencer provenienti da Italia, Francia, Germania, Inghilterra e 18 "local ambassador".

Potrebbe interessarti

  • Cos'hanno in comune il Matitone e il grattacielo più alto del mondo?

  • Cannelli di zolfo: un antico rimedio naturale "made in Liguria" contro il torcicollo

  • I genovesi sono davvero tirchi? Tre barzellette per scherzare su questa "leggenda metropolitana"

  • Dialetto curioso: cos'è la "ca do diao"? E la "ca da pèsta"?

I più letti della settimana

  • Tragedia a Sampierdarena, 19enne muore cadendo nella tromba delle scale

  • Cade dalla finestra e precipita su nonna e nipote: tragedia a Castelletto

  • Schianto in A7: muore 19enne, gravissimi due amici

  • In Lungomare Canepa apre "Belin", il bar "autogrill" tutto genovese

  • Tragedia sul Monte Bianco: muore vigile del fuoco genovese, gravissimo collega

  • Spaccia in centro storico, Cassazione annulla arresto: «Vicoli hanno aiutato la polizia»

Torna su
GenovaToday è in caricamento