Da Boccadasse a La Boca, viaggio da Genova a Buenos Aires

Si dice che il quartiere di La Boca, a Buenos Aires, sia stato inizialmente popolato soprattutto dai genovesi, che avrebbero dato questo nome in ricordo della bella Boccadasse

credits wikipedia@Roberto Fiadone

Argentina terra di emigrati: come tutti sanno, gli italiani che hanno lasciato la patria per una nuova vita in questo Paese oltreoceano sono davvero tanti, e tra costoro spiccano per numero i genovesi, molti dei quali si stanziarono a Buenos Aires.

E proprio a Buenos Aires si trova un quartiere di circa 47mila abitanti che si chiama La Boca, popolato soprattutto da genovesi tanto che gli abitanti si definiscono ancora "xeneizes", deformazione di zeneizi.

E a proposito dell'origine del nome del quartiere, alcuni dicono che La Boca sia dovuto al fatto che quella zona sorge all'imboccatura (boca) della confluenza del fiume Riachuelo nel Rio de la Plata.

Molti invece sostengono che La Boca derivi direttamente da Boccadasse, in memoria di uno degli scorci più suggestivi della patria abbandonata (ma mai dimenticata) per cercare fortuna così lontano.

Tra le curiosità che legano La Boca a Genova, nel 1876 fu fondato dagli immigrati genovesi un movimento separatista di carattere politico-elettorale per ottenere l'autonomia amministrativa sulla gestione locale del quartiere e del porto; a questi si aggiunsero altri, più drastici, che proposero di puntare sull'indipendenza territoriale. Nel 1882 gli abitanti della Boca si autoproclamarono Repùblica de la Boca, issando la bandiera di Genova e costituendo un territorio indipendente dall'Argentina: firmarono un atto formale che inviarono al Re d'Italia Umberto I di Savoia, informandolo della costituzione della República Independiente de La Boca. Il generale Julio Argentino Roca assieme al presidente della Repubblica, dovettero intervenire personalmente a parlamentare con i rivoltosi per costringerli ad ammainare la bandiera di Genova e risolvere il pittoresco conflitto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia in centro storico, bimba di tre anni muore cadendo dalla finestra

  • Precipita da un viadotto sull'A26 per fare pipì, gravissimo in ospedale

  • Elicottero su via Balbi e Principe, Alberto Angela al lavoro per le sue "Meraviglie"

  • Pioggia e neve, prolungata l’allerta su tutta la regione

  • Orche "superstar", nuovo avvistamento in porto: «Spettacolo mozzafiato»

  • Orche in porto, i timori di un gruppo di esperti: «Il piccolo sta morendo»

Torna su
GenovaToday è in caricamento