Sanità: taglio 8 miliardi nei prossimi due anni

Lo hanno denunciato a Genova gli assessori regionali alla Sanità di Liguria, Emilia Romagna e Sicilia Claudio Montaldo, Carlo Lusenti e Massimo Russo. «La fine del sistema sanitario così come lo abbiamo conosciuto»

Il taglio alla sanità italiana nei prossimi due anni sarà di 8 miliardi di euro: 2,5 nel 2013 e 5,5 nel 2014. Lo hanno denunciato a Genova gli assessori regionali alla Sanità di Liguria, Emilia Romagna e Sicilia - Claudio Montaldo, Carlo Lusenti e Massimo Russo - intervenuti al convegno 'Così, senza futurò organizzato dall'associazione 'Le stanze della funicolare'.

«I tagli proposti dal governo Monti sono qualcosa di insopportabile - hanno detto -. Rappresentano la fine del sistema sanitario così come lo abbiamo conosciuto. Sono insostenibili. Chiediamo che almeno i 2 miliardi di euro previsti come maggiori ticket non siano applicati, perché la società italiana non reggerebbe un rincaro simile» (Ansa).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I ristoranti di Genova proposti dalla Guida Michelin 2020

  • Referendum per il taglio dei parlamentari: come e quando si vota

  • Coronavirus, guardia alta anche in Liguria: la Regione attiva sindaci e medici di famiglia

  • Pentema diventa un set per il film "Mondi Paralleli"

  • Coronavirus, Viale: «Negativi i test sulle persone esaminate al San Martino»

  • Coronavirus, le disposizioni di Trenitalia: «Rimborso in bonus a chi rinuncia al viaggio»

Torna su
GenovaToday è in caricamento