Maltempo, il governatore Toti chiede 450 milioni per i danni

La cifra è stabilita sulla base degli interventi di somma urgenza già messi in pratica (80 milioni) e per quelli che dovranno essere effettuati nei prossimi mesi

Il governatore ligure Giovanni Toti ha firmato oggi, giovedì 28 novembre,  la richiesta di danni al governo legata all’ondata di maltempo che negli ultimi giorni ha messo in ginocchio la regione da ponente a levante.

La richiesta è di 450 milioni di euro, ed è stata già inviata al premier Giuseppe Conte e al capo del Dipartimento nazionale della Protezione civile, Angelo Borrelli. 

«Ho inviato la richiesta dei danni al Governo e al Capo della Protezione Civile - ha spiegato il governatore ligure - per 85 milioni di euro di somme urgenze, 15 milioni per gli interventi di prima necessità e 350 milioni di euro per danni strutturali, che si aggiungono agli 80 milioni di euro già richiesti per la precedente ondata di maltempo”. Nel pomeriggio il presidente della Regione Liguria sarà ad Imperia per incontrare i sindaci e le categorie economiche per fare il punto delle criticità determinate dalle forti precipitazioni delle ultime settimane. 

«Mi auguro che nel frattempo il ministero delle infrastrutture esca dal suo torpore - ha concluso Toti - e voglia accogliere la mia richiesta di rendere gratuiti tutti i pedaggi delle tratte autostradali liguri fino al termine dell’emergenza».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sorbillo apre a Genova: «Pizza gratis per tutti»

  • Scopre la morte della madre e si uccide gettandosi dal Monoblocco

  • Ucciso il cinghiale "educato" che attraversava sulle strisce guidato dal vigile

  • Dal cibo all'allontanamento forzato: ecco perché non si possono aiutare le orche in porto

  • Alimenti scaduti nel frigo del supermercato, multa da diecimila euro

  • Orche in porto, interviene il Ministero: «Probabilmente sono malate»

Torna su
GenovaToday è in caricamento