Ilva: contratti di solidarietà a rischio, sindacati pronti alla mobilitazione

Fumata nera in Confindustria a Genova dove Fim, Fiom e Uilm hanno incontrato i rappresentanti di Ilva per siglare il rinnovo dei contratti di solidarietà che scadranno il 29 settembre

Fumata nera in Confindustria a Genova dove Fim, Fiom e Uilm hanno incontrato i rappresentanti di Ilva per siglare il rinnovo dei contratti di solidarietà che scadranno il 29 settembre.

I sindacati hanno chiesto all'azienda garanzie sull'accordo di programma del 2005 che finora ha permesso la salvaguardia occupazionale (1.750 dipendenti dei quali 1450 interessati dagli ammortizzatori sociali) e la continuità produttiva del sito genovese ma Ilva non avrebbe offerto adeguate garanzie.

L'azienda, spiegano fonti sindacali, ha subordinato le decisioni alla presentazione del Piano Industriale, a metà novembre e la preoccupazione dei sindacati è che Ilva possa prevedere nel piano anche esuberi per Genova. Da qui la decisione di sospendere la trattativa.

Resta tempo per la mediazione: la proroga dei contratti deve avvenire entro il 29 settembre, ma i sindacati hanno già chiesto a Confindustria di formalizzare la richiesta di un incontro al prefetto e la convocazione dei firmatari di quell'accordo che, nel 2005, portò alla chiusura dell'area a caldo genovese, per confermarne linee e strategie.

Domani si terranno le prime assemblee dei lavoratori dello stabilimento per decidere le azioni di lotta (Ansa).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Olga, dall'Uzbekistan a Genova per aprire la prima "sfuseria" dei vicoli

  • Nuovo ponte: ecco come verrà sollevata la maxi campata

  • Tragedia in via Piacenza: uccide la moglie e si getta dal balcone

  • Scantinato strapieno di piante di marijuana, la polizia cerca padre e figlio

  • Nuovo ponte: maxi trave è troppo lunga, il varo slitta per "limarla"

  • Evasore totale affitta villa extra-lusso su Airbnb, scatta il sequestro

Torna su
GenovaToday è in caricamento