Ilva, protesta dei lavoratori in cassa integrazione in Regione: «Governo sblocchi i fondi»

Sono oltre 200 i dipendenti dell'azienda che aspettano risposte sul loro futuro, anche alla luce dell'imminente scadenza dei lavori di pubblica utilità

È partito poco dopo le 10 il corteo dei lavoratori in cassa integrazione dell’Ilva di Genova.

I lavoratori si sono diretti verso la sede della Regione, con conseguenze sul traffico nella zona intorno a piazza De Ferrari e via Fieschi. Una volta arrivati, i lavoratori hanno chiesto di poter entrare in consiglio e hanno preso posto prima dell’inizio dei lavori.

La protesta riguarda l’imminente scadenza dei lavori di pubblica utilità, fissata al 30 settembre: «In più di 200 aspettano integrazione al reddito - fanno sapere i sindacati - Il governo sblocchi i fondi».

I lavoratori, dagli spalti, hanno protestato all’avvio dei lavori del consiglio regionale chiedendo risposte e soprattutto un’immediata convocazione da parte del Mise: «Se non arriveranno risposte dormiremo qui», hanno minacciato.

«Sono tre anni che integriamo i lavori di pubblica utilità, abbiamo sollecitato con una lettera il nuovo ministro due settimane fa e ancora ieri per la firma sul rinnovo dell'intesa - è stato il commento del governatore ligure, Giovanni Toti - Non abbiamo ancora avuto comunicazioni formali, spero che il nuovo governo si renda conto di quanto è sentito il tema in città. Non c'è alcun motivo per proseguire sulla stessa strada, ogni azione di buonsenso ci vede schierati con i lavoratori. Sono fiducioso che nelle prossime ore avremo notizie e firmeremo l'intesa».

«Noi siamo per l'accordo di programma, che abbiamo sempre difeso e continueremo a difendere - ha aggiunto Alice Salvatore, capogruppo regionale del Movimento 5 Stelle - Siamo costantemente in contatto con il nostro senatore, Mattia Crucioli, che a Roma sta interloquendo con i due Ministeri coinvolti, quello del Lavoro e quello dello Sviluppo economico. Come M5S, non abbiamo mai smesso di batterci affinché si arrivi a un accordo. Un accordo che intendiamo tutelare».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Genova usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Doppio tampone negativo, torna in Rsa e contagia 29 persone

  • Autostrade, scatta la gratuità del pedaggio su alcune tratte

  • Bimba rimane chiusa in auto. Genitori: «È nuova, non sappiamo aprirla»

  • Come distinguere una vipera, e cosa fare in caso di morso

  • Coronavirus, Gimbe: «Contagio non è sotto controllo in Liguria, Lombardia e Piemonte»

  • Trovato senza vita Andrea Calabrese, era scomparso da una settimana

Torna su
GenovaToday è in caricamento