Ilva: commissariamento per le acciaierie della famiglia Riva

«Credo che sia giusto un intervento forte del governo che attui le previsioni dell'Aia». Lo ha detto il presidente della Liguria Claudio Burlando commentando il commissariamento dell'Ilva

Genova - «Credo che sia giusto un intervento forte del governo che attui le previsioni dell'Aia (autorizzazione integrata ambientale) usando risorse della famiglia perché governo e parlamento hanno approvato una legge che la Corte Costituzionale ha riconosciuto legittima». Lo ha detto il presidente della Liguria Claudio Burlando commentando il commissariamento dell'Ilva (uno stabilimento è a Genova).

 

«Credo che quel provvedimento vada attuato senza impedimenti all'azienda a fare ciò che prevede la legge, ma anche senza ritardi e tentennamenti dell'azienda che deve assolutamente mettere in sicurezza l'impianto per lavoratori e cittadini», ha aggiunto il presidente della Regione Liguria.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sul futuro dell'azienda Burlando ha affermato: «il passaggio è molto stretto, anche per Genova e Novi, oltre che per Taranto e per tutta la filiera dell'acciaio. L'azienda per ora dice che vuole continuare la sua attività. È difficile pensare che ci sia un altro gruppo industriale che nel nostro Paese voglia rilevarla. Lo Stato? Un conto è un intervento coattivo per l'Aia - ha detto Burlando - un conto è diventare imprenditore pubblico. Non so neanche se l'Unione Europea lo consentirebbe. La Ue è attenta ad evitare intromissioni dello Stato che possano limitare la concorrenza. Non sta a noi decidere come si orienta il mercato, se con la famiglia Riva, con dei partner, se con qualcuno che comprerà quella attività. Ho l'impressione - ha detto ancora Burlando - che non sia così facile pensare a un ritorno dell'acciaio pubblico. Anche laddove lo Stato c'é come in Finmeccanica è con quote minoritarie, di controllo, ma con logiche diverse» (Ansa).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Passano la notte insieme in albergo, al mattino sul conto di lei mancano 750 euro

  • Schianto in via Siffredi, muore ventenne

  • Schianto in moto a Nervi, muore ragazza di 18 anni

  • Sestri Levante: massacrato dal branco per un telefono cellulare

  • Meteo: la perturbazione cambia traiettoria, modificati gli orari dell'allerta

  • A settembre su Sky la serie con Paola Cortellesi, ambientata a Genova

Torna su
GenovaToday è in caricamento