Fincantieri, a Sestri Ponente nuove assunzioni e commesse sino al 2024

Si è chiuso in positivo l'incontro tra la direzione dell'azienda e le segreterie sindacali: attesi i vari di tre navi tra il 2020 e il 2022

Fumata bianca dopo l’incontro organizzato tra la direzione della Fincantieri di Sestri Ponente e le segreterie sindacali: a margine della riunione, l’azienda ha confermato un carico di lavoro sino al 2024, con tre vari di navi previsti tra il 2020 e il 2022, e nuove assunzioni in vista.

«Oggi il cantiere è fuori dalle sabbie mobili - ha detto Antonio Apa, segretario della Uilm di Genova - dobbiamo continuare su questa strada per far sì che si consolidi ulteriormente dando ricadute positive».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Siamo in presenza di un carico di lavoro fino al 2024, con la possibilità concreta che si possa andare anche oltre con nuove acquisizioni di commesse - ha aggiunto Bruno Manganaro, segretario della Fiom-Cgil di Genova - Serve però che il ribaltamento a mare sia concluso e il nuovo bacino pronto proprio entro il 2024. Solo così si potranno ricevere navi più grandi (170.000 tonnellate) e permettere a Sestri di aprire una nuova pagina della costruzione navale a Genova».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Passano la notte insieme in albergo, al mattino sul conto di lei mancano 750 euro

  • Aggredisce e tenta di stuprare una donna in corso Italia: arrestato 24enne

  • Tragico schianto in via Merano, muore scooterista

  • Malore fatale in strada, tragedia a Santa Margherita Ligure

  • Coronavirus, nuovo cluster a Busalla: coinvolte due famiglie

  • Gli escursionisti con la Fiat le loro vittime preferite, arrestati fratelli-ladri

Torna su
GenovaToday è in caricamento