Erzelli: Genova High Tech contrattacca dopo il no di ingegneria

Non si è fatta attendere la reazione di Genova High Tech al no di ingegneria al trasferimento a Erzelli. Seppur resa nota con tutto il garbo istituzionale che il caso richiedeva, la notizia ha scatenato un vero e proprio polverone

Genova - Non si è fatta attendere la reazione di Genova High Tech al no di ingegneria al trasferimento a Erzelli. Seppur resa nota con tutto il garbo istituzionale che il caso richiedeva, la notizia ha scatenato un vero e proprio polverone fra le istituzioni e i vari enti coinvolti.

Dopo il trasferimento di Ericsson e Siemens presso il polo tecnologico, la facoltà di ingegneria ha preferito non cambiare sede. Per una questione di soldi, come ha spiegato il rettore Giacomo Deferrari, secondo il quale il trasferimento richiederebbe 42 milioni di euro, cifra di cui l'ateneo non dispone.

Il presidente di Genova High Tech Carlo Castellano non l'ha presa benissimo, ma non si dà per vinto e rilancia «andremo avanti anche senza l'Università». Come si poteva prevedere, il guanto di sfida è lanciato. «Presto ci saranno novità riguardo a nuove collaborazioni in arrivo anche dalla Cina», annuncia Castellano.

Al termine delle rispettive riunioni, Senato Accademico e del cda avevano accolto la votazione con un applauso. Gesto che Castellano ha definito «indecente». Poi un richiamo diretto ai responsabili di questa  «sciagurata» scelta. «Il rettore Deferrari ci ha preso in giro e anche il ministro Profumo ha una grave responsabilità».

Anche il presidente di Leonardo Technology Pino Rasero, azionista di riferimento degli Erzelli, non va tanto per il sottile «Qui parliamo di un parco scientifico pensato e progettato con e per l'università, nel quale sono stati investiti decine e decine di milioni di euro. (...) Non è vero che non vogliano venire. Cercano di avere qualcosa da qualcuno. Purtroppo questa richiesta continua di soldi, quasi un accattonaggio, ci dice che non hanno fatto un piano».

La partita è ancora aperta, la speranza è che non si trasformi in una battaglia senza esclusione di colpi.

Potrebbe interessarti

  • La curiosa storia della scalinata "delle Caravelle"

  • Cos'hanno in comune il Matitone e il grattacielo più alto del mondo?

  • Cannelli di zolfo: un antico rimedio naturale "made in Liguria" contro il torcicollo

  • I genovesi sono davvero tirchi? Tre barzellette per scherzare su questa "leggenda metropolitana"

I più letti della settimana

  • Tragedia a Sampierdarena, 19enne muore cadendo nella tromba delle scale

  • Schianto in A7: muore 19enne, gravissimi due amici

  • Sequestrati i Bagni Liggia: il titolare promette battaglia

  • Tragedia sul Monte Bianco: muore vigile del fuoco genovese, gravissimo collega

  • Sabato l'addio al giovane 'fighter' morto in A7

  • La curiosa storia della scalinata "delle Caravelle"

Torna su
GenovaToday è in caricamento