Corsi di formazione nel settore della ristorazione per giovani disoccupati

Le iscrizioni sono aperte fino al 18 ottobre per il corso di cuoco e fino al 31 ottobre per bar operator e pasticcere. Per iscriversi gli utenti possono rivolgersi direttamente all'Accademia turistica a Lavagna

Al via nuovi corsi di formazione nel settore della ristorazione riservati a giovani fino a 29 anni disoccupati. Sono stati presentati quest'oggi in Comune a Lavagna alla presenza dell'assessore regionale alla Formazione e Istruzione Ilaria Cavo, dell'assessore allo Sviluppo economico Andrea Benveduti, del sindaco di Lavagna Gian Alberto Mangiante e dell'amministratore unico dell'Accademia del Turismo Nicola Visconti.

Le figure professionali, che verranno formate presso l'Accademia del Turismo di Lavagna, in collaborazione con Formimpresa Liguria, prevedono l'inserimento lavorativo di bar operator, pasticceri e cuochi e si collocano nell'ambito dell'iniziativa regionale 'Formarsi per competere' del cosiddetto pacchetto giovani rivolto agli under 29.

Il finanziamento di Regione Liguria attraverso il Fondo Sociale Europeo ammonta a 540mila euro.

Tre sono le iniziative realizzate dall'Accademia del Turismo in collaborazione con Formimpresa: il percorso di cuoco (welcome and competence); il percorso di bar operator (bar@Restaurant staff training) e quello di pasticcere (Art de la patisserie) per un totale di 45 allievi, di cui si prevede un esito occupazionale che può andare dal 53 al 60%.

Le iscrizioni sono aperte fino al 18 ottobre per il corso di cuoco e fino al 31 ottobre per bar operator e pasticcere. Per iscriversi gli utenti possono rivolgersi direttamente all'Accademia turistica a Lavagna.

In occasione della presentazione dei corsi è stato siglato anche un protocollo d'intesa tra l'Accademia del Turismo e il Comune di Lavagna per l'avvio di attività di formazione e per la creazione di opportunità di lavoro sul territorio.

«Le professioni che sono state individuate - spiega l'assessore regionale alla Formazione Ilaria Cavo - sono riconducibili a settori importanti per l'economia locale, il comparto turistico-commerciale e dei servizi. In base al rapporto di Alfa (l'agenzia ligure di formazione) del 2019, in testa per numero di avviati al lavoro abbiamo il settore della ristorazione. Si tratta di figure professionali che sono frutto dell'individuazione, da parte della Regione Liguria, dei bisogni formativi in coerenza con la domanda proveniente da un territorio a vocazione fortemente turistica che, con i propri enti di formazione, vuole accrescere le opportunità di inserimento lavorativo di giovani e adulti, attraverso progettazioni mirate».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Alberto Angela racconta Genova: ecco quando andrà in onda la puntata delle "Meraviglie"

  • Bar, ristorante e giardino d'inverno: tutto pronto per l'inaugurazione della nuova Scalinata Borghese

  • Il meglio del weekend a Genova: Hogwarts Express, focaccette di Crevari, teatri e tanto altro

  • Cassano torna in campo: nuova esperienza in Aics con tripletta all'esordio

  • 10 film girati a Genova, tra "cult" e pellicole meno conosciute

  • Due rapine in altrettante sere, sempre nello stesso posto

Torna su
GenovaToday è in caricamento