Carige, aperta inchiesta sui crediti deteriorati

L'indagine punta a chiarire se ci sia stata alterazione del mercato da parte degli amministratori

La procura di Milano ha aperto un'inchiesta per manipolazione del mercato su Banca Carige per la mancata comunicazione nel primo semestre del 2018 della eventuale necessità di svalutare crediti dopo l'ispezione della Bce.

L'inchiesta per aggiotaggio è coordinata dal pm Paolo Filippini e dell'aggiunto Maurizio Romanelli e nasce da una denuncia depositata dai Malacalza, all'epoca maggiori azionisti della banca.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'indagine punta a chiarire se ci sia stata alterazione del mercato da parte degli amministratori prima del commissariamento, in relazione a informazioni non veritiere sui non performing loan (crediti in sofferenza). La contestazione riguarda la gestione precedente al rinnovo del consiglio del 2018, quando furono nominati presidente e ad della banca rispettivamente Pietro Modiano e Fabio Innocenzi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto in via Siffredi, muore ventenne

  • Schianto in moto a Nervi, muore ragazza di 18 anni

  • Sestri Levante: massacrato dal branco per un telefono cellulare

  • Meteo: la perturbazione cambia traiettoria, modificati gli orari dell'allerta

  • Schianto in via Siffredi: addio a Simone, seconda giovanissima vittima in due giorni

  • Sampierdarena, ubriachi devastano un locale e minacciano di morte il proprietario

Torna su
GenovaToday è in caricamento