Carige, Cassa Centrale Banca per ora resta all'8,3%

Il gruppo trentino non sembra intenzionato a sfruttare l'occasione per acquisire la totalità delle azioni Carige

Almeno per quest'anno il gruppo trentino Cassa Centrale Banca non intende esercitare l'opzione per salire nell'azionariato della Carige. Se ne parla se mai nel 2021. Lo ha spiegato all'agenzia Radiocor il presidente della capogruppo del credito cooperativo, Giorgio Fracalossi.

Il prossimo primo luglio si aprirà la finestra concessa da Fitd e Schema volontario del Fitd per esercitare l'opzione call per acquisire la totalità delle azioni Carige, ma i trentini spiegano, attraverso Fracalossi, di non intendere sfruttare l'occasione. Cassa Centrale banca al momento detiene l'8,3% del capitale azionario di Carige.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Abbiamo tempo fino alla fine del 2021 - ha spiegato Fracalossi - e quest'anno abbiamo l'Aqr (l'analisi approfondita della Bce con lo stress test) che potrebbe anche fare emergere la necessità di più capitale. Vediamo l'Aqr e poi valuteremo, nel frattempo lavoriamo per costruire il progetto».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto in via Siffredi, muore ventenne

  • Schianto in moto a Nervi, muore ragazza di 18 anni

  • Sestri Levante: massacrato dal branco per un telefono cellulare

  • Meteo: la perturbazione cambia traiettoria, modificati gli orari dell'allerta

  • Schianto in via Siffredi: addio a Simone, seconda giovanissima vittima in due giorni

  • Sampierdarena, ubriachi devastano un locale e minacciano di morte il proprietario

Torna su
GenovaToday è in caricamento