Sos Asl3, chiesti 150 milioni di prestito alla Carige

Le casse di Asl3 non riescono a pagare stipendi e tredicesime e l'azienda sanitaria deve ricorrere al credito chiedendo a Banca Carige un prestito di 150 milioni

Per poter far fronte al pagamento di stipendi e tredicesime in questa chiusura di 2011, Asl3 deve ricorrere al credito. E lo fa chiedendo un prestito alla Banca Carige di ben 150 milioni.

La causa principale del "buco nero" sarebbe stata individuata in una serie di ritardi che hanno svuotato le casse dell'azienda. Ma non dovrebbe essere la Regione ad occuparsi delle casse di Asl3? Certamente, ma la Regione, a sua volta, paga quando riceve il bonifico dal ministero dell'Economia. E si forma così una concatenazione di ritardi e insolvenze davvero preoccupante. 

I sindacati sono in allerta, sarà importante capire con il nuovo anno se e quali ritardi persisteranno. Intanto, il bilancio per l'anno 2012 approvato prima di Natale dalla Regione fornisce indicazioni precise sulla strategia dell'ente per affrontare i costi sempre crescenti della sanità: la cartolarizzazione delle ex strutture sanitarie.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rientra a casa tardi e litiga con la moglie, si scopre che era a spacciare

  • Temperature in picchiata, in Liguria arriva la prima neve

  • Sos freddo al parco canile Dogsville: come aiutare

  • Peggioramento in arrivo: l'allerta meteo diventa arancione

  • Razzismo contro bimbo disabile sul bus: «Me lo potete togliere?»

  • Boato nella notte, paura a Campomorone

Torna su
GenovaToday è in caricamento