Agenzia delle Entrate e Comuni: piano di battaglia anti-evasione

Iniziative per incrementare lo scambio di notizie e l’incrocio delle banche dati tra enti locali e fisco. Obiettivo: stanare gli evasori e rendere i cittadini consapevoli che pagare le tasse conviene a tutti

Sono già sedici i Comuni liguri che hanno aderito alla collaborazione con l’Agenzia delle Entrate nel recupero dell’evasione fiscale. Genova, Bogliasco, Davagna, Mignanego, Serra Riccò e Sestri Levante per la provincia di Genova, cinque quelli di Savona (Albenga, Cairo Montenotte, Ceriale, Noli e Urbe), tre per La Spezia (Brugnato, Castelnuovo Magra e Lerici) e due (Seborga e Triora) per Imperia.

Diverse le iniziative al via per incrementare lo scambio di notizie e l’incrocio delle banche dati tra enti locali e fisco. Obiettivo: stanare gli evasori e rendere i cittadini sempre più consapevoli che pagare le tasse conviene a tutti. 

Nelle diverse provincie sono in programma incontri per illustrare a sindaci e amministratori locali la convenzione stipulata tra le Entrate e Anci Liguria. La riunione di Genova è prevista per il 20 gennaio. L’Agenzia delle Entrate, inoltre, ha in programma un intenso ciclo di formazione per i funzionari comunali che faranno parte delle task force antievasione. “I risultati fin qui raggiunti – dice Alberta De Sensi, Direttore regionale della Liguria – sono incoraggianti. Il Comune di Genova è stato il primo a partire, ma altri si stanno aggiungendo, e la rete sul territorio diventa più capillare”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rientra a casa tardi e litiga con la moglie, si scopre che era a spacciare

  • Temperature in picchiata, in Liguria arriva la prima neve

  • Sos freddo al parco canile Dogsville: come aiutare

  • Peggioramento in arrivo: l'allerta meteo diventa arancione

  • Razzismo contro bimbo disabile sul bus: «Me lo potete togliere?»

  • Boato nella notte, paura a Campomorone

Torna su
GenovaToday è in caricamento