Case: a Genova calo record dei canoni d'affitto

Nel capoluogo ligure il 30 per degli inquilini nel 2018 ha scelto l'affitto per motivi di lavoro. Per affittare un appartamento a Genova si impiegano, in media, 2,8 mesi, molto di più rispetto alla media nazionale

A GENOVA CALO RECORD DEI CANONI D’AFFITTO: -8,4% NEL 2018
Secondo il Rapporto sulle locazioni di Solo Affitti, nel capoluogo ligure il 30% degli inquilini sceglie l’affitto per motivi di lavoro

A Genova nel 2018 i canoni d'affitto per le abitazioni arredate sono scesi dell'8,4% rispetto all'anno precedente, il calo più elevato tra i capoluoghi italiani seguito da quelli di Bari (-6,9%) e Trieste (-5,4%). È quanto emerge da un recente rapporto sulle locazioni nel 2018.

I canoni di locazione

La riduzione dei prezzi d'affitto a Genova ha colpito tutte le tipologie di immobili, con un calo medio a doppia cifra (-12,2%) per le case con garage e del 5,3% per quelle non arredate. La spesa media mensile oscilla tra i 445 euro delle abitazioni non arredate e i 492 euro di quelle ammobiliate. Secondo l'analisi, l'affitto medio per un quadrilocale arredato a Genova è di 611 euro mensili e la spesa non varia se l'appartamento dispone anche di un garage. Quasi cento euro in meno si spendono per i trilocali ammobiliati (515 euro) e con garage (516), mentre per un bilocale arredato si possono spendere anche tra i 451 e i 453 euro.

Chi vive in affitto

A Genova la maggior parte degli affittuari è rappresentata da coppie con (30%) e senza figli (30%). La quota residua di inquilini è equamente divisa tra chi va a vivere da solo (20%) e chi sceglie di condividere l'appartamento con altre persone (20%) per ridurre le spese. Metà dei locatari di Genova è di cittadinanza italiana mentre l'altra metà è rappresentata in egual misura da cittadini dell'Unione Europea ed extracomunitari.

I contratti d'affitto più utilizzati

Secondo il rapporto sulle locazioni, nel capoluogo ligure il contratto più stipulato è quello a canone concordato (90%), nelle diverse formule del “3+2” (40%), “per studenti universitari” (20%) e “transitorio” (30%). Il contratto libero 4+4 è, invece, stipulato solo dal 10% degli affittuari. Il regime della cedolare secca è scelto solo nel 60% dei casi, contro una media nazionale dell'87,2%.

Perché si va in affitto

Genova attrae molti lavoratori che, infatti, costituiscono il 30% di chi va in affitto in città. Il 20%, invece, va in locazione per motivi di studio e il restante 50% sceglie la casa in affitto come abitazione principale.

Quanto tempo per trovare casa

Per affittare un appartamento a Genova si impiegano, in media, 2,8 mesi, molto di più rispetto alla media nazionale (1,9 mesi). La ricerca di un appartamento di nuova costruzione richiede appena 30 giorni.

La permanenza nello stesso appartamento

In linea con la media nazionale, a Genova si tende a rimanere in affitto nella stessa casa per 24 mesi. I capoluoghi dove gli inquilini cambiano casa più frequentemente sono Bologna (18 mesi) e Trieste (12) mentre gli inquilini più 'fedeli' sono a Napoli e Ancona dove la permanenza si attesta sui 30 mesi (fonte Solo Affitti con il supporto scientifico di Nomisma).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Speciale Rai su De André, piovono le critiche e il figlio Cristiano "punge" gli autori

  • Accasciato sul volante, passante dà l'allarme ma è troppo tardi

  • Razzismo contro bimbo disabile sul bus: «Me lo potete togliere?»

  • Peggioramento in arrivo: l'allerta meteo diventa arancione

  • Allerta meteo, fulmine spegne la Lanterna. Neve e frane nell'entroterra

  • Incidente in fabbrica a Prà’, muore 26enne

Torna su
GenovaToday è in caricamento