Affitti: a Genova canoni in calo fino al 26% in dieci anni

È quanto emerge da un'analisi di una rete immobiliare specializzata

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di GenovaToday

Tra il 2009 e il 2018 a Genova si è registrato un calo dei canoni di locazione, con valori che variano dal -14,7% nella zona di Carignano al -26% in quella di San Martino. È quanto emerge da una recente analisi. Secondo quanto rilevato, dieci anni fa nelle zone di Carignano e San Martino l'esborso mensile per affittare un'abitazione poteva arrivare rispettivamente a 11,5 euro/mq e 10,5 euro/mq, oggi non si superano i 9,8 euro/mq a Carignano e i 7,7 euro/mq a San Martino.

Il calo dei prezzi di locazione registrato tra il 2009 e il 2018 è stato simile anche in altre zone della città: nel quartiere di Marassi, ad esempio, i canoni medi sono diminuiti fino al 14%, mentre a Rivarolo, la discesa si è attestata attorno al 21%.

Affittare un monolocale nei quartieri centrali di Genova (Albaro, Sturla, Quarto, Quinto, Nervi e Castelletto) può costare anche 800 euro al mese, una cifra che sale fino 1.200 euro per gli appartamenti con un due camere e fino a 1300/1500 euro al mese per trilocali e quadrilocali. A Sampierdarena, Voltri e Val Polcevera i canoni di locazione medi variano tra i 300 euro dei monolocali e i 760 euro dei quadrilocali (fonte Solo Affitti).

Torna su
GenovaToday è in caricamento