Il coniglio alla ligure, piatto celebre in "La Grande Bellezza"

  • Categoria

    Secondo
  • Difficoltà

    Facile
  • Tempo

    2 ore
  • Dosi

    4 persone

Chi ha visto il celebre film di Paolo Sorrentino ricorda la scena in cui il cardinale illustra la ricetta del coniglio alla ligure. Ecco quella originale

La ricetta

Italiano

Naturalmente tutti i genovesi hanno mangiato almeno una volta il celebre coniglio alla ligure, e i "foresti" amanti del cinema l'hanno sicuramente sentito nominare ne "La Grande Bellezza" di Paolo Sorrentino, che nel 2013 vinse l'Oscar come migliore film straniero. In una scena, un cardinale, a tavola, cerca di intrattenere una serie di ospiti annoiati spiegando nei minimi dettagli la ricetta del coniglio alla ligure, senza suscitare troppo interesse, ma facendo in compenso una buona pubblicità alla cucina tradizionale genovese.

Ma come preparare un coniglio alla ligure doc? La ricetta la svela il portale regionale Agriligurianet:

Preparazione

Tagliare in pezzi il coniglio, possibilmente nostrano, e conservare a parte la testa e il fegato. Dopo averli lavati ed asciugati, porre i pezzi ottenuti in una pentola con coperchio, a fuoco medio, per fare espellere l'umore che andrà eliminato. Travasare quindi il coniglio in una casseruola di coccio dove verrà versato dell'olio. Aggiungere l'alloro ed il timo e fare rosolare fino a quando avrà assunto un bel colore dorato.

Ritirare il coniglio dal fuoco e tenere in caldo. Intanto far bollire la testa e il fegato. Nel sugo stufare la cipolla, il sedano, il rosmarino, i pinoli e le noci tritati, ed aggiungere lentamente il brodo. Disossare la testa e tritarne la carne insieme al fegato. Unire quindi ai sapori il coniglio e le carni tritate e le olive, spruzzando con il vino. 

Ultimare la cottura a fuoco leggero e a pentola coperta. Rimestare di tanto in tanto. Servire direttamente dalla casseruola.

Phoro credits: instagram @gally76

I più letti


Torna su
GenovaToday è in caricamento