Brandacujun

  • Categoria

    Secondo
  • Difficoltà

    Facile
  • Dosi

    4 persone

La ricetta della tradizione ligure

La ricetta

Italiano

Non si può essere liguri e non aver assaggiato nemmeno una volta il brandacujun (chiamato anche brandecujon, a seconda della zona in cui si prepara).

Si tratta di una pietanza dal nome curioso, a base di stoccafisso e patate, insaporita dall'immancabile trito di aglio, prezzemolo e pinoli.

A proposito del nome, sembra che la prima parte della parola "branda" derivi dal verbo "brandare", tipico provenzale, cioè "scuotere". Per quanto riguarda il "cujun", secondo le leggende pare che il compito di scuotere la pentola per amalgamare gli ingredienti venisse affidato al più tonto della famgilia.

Ricetta tratta dal portale istituzionale AgriLiguriaNet.

Preparazione

Lessate le patate con la buccia e pelatele. Fate sbollentare lo stoccafisso per dieci minuti, scolatelo, eliminate pelle e spine e tagliatelo a pezzetti. In una padella capace e a bordo alto, che si possa chiudere ermeticamente, fate imbiondire la cipolla nell'olio, aggiungete lo stoccafisso e fatelo rosolare a fiamma media per alcuni minuti, in modo che si insaporisca bene, poi aggiungetevi le patate a tocchetti, salate leggermente e pepate.

Emulsionate l'olio e il succo di limone, unite l'aglio, i pinoli e il prezzemolo tritati e aggiungete questa salsa allo stoccafisso mescolando. Chiudete col coperchio e agitate la padella scuotendola sul fuoco in modo da ottenere una specie di crema.

Nel frattempo aggiungete il tuorlo d'uovo e ogni tanto anche un pò d'olio in modo da aiutare la mantecatura dello stoccafisso. 

Si serve tiepido. Se necessario, riscaldate a bagnomaria.

Photo credit: Instagram@paola_and_pepitolagotto

I più letti


Torna su
GenovaToday è in caricamento