Voltri: siringhe nell'area giochi, mamme sul piede di guerra

Sempre più genitori segnalano la presenza di aghi usati nei giardini di via Buffa. Il Municipio: «Interverremo, ma ci servono più vigili»

Siringhe nell'area giochi - foto Facebook @Sei di voltri se...

L’ultimo ritrovamento proprio mercoledì mattina, alcune siringhe usate abbandonate vicino allo scivolo dell’area giochi sotto via Buffa, a Voltri. Il giorno precedente un intero pacco ancora intonso, insieme con altre usate, era invece stato notate da alcune mamme direttamente all’interno di uno dei giochi. E nel quartiere sale l’allarme per un fenomeno sempre più frequente, non soltanto indice di degrado, ma anche pericoloso.

«Ci porto mia figlia tutti i giorni», è uno dei tanti commenti allarmati condivisi sui social, dove i voltresi, soprattutto genitori e nonni, spesso si confrontano su temi legati al quartiere. E quello delle siringhe usate sta diventando sempre più dibattuto: l’area giochi di via Buffa è una delle poche a misura di bambino rimaste nel quartiere, ma se di giorno è un luogo di ritrovo per famiglie, durante la notte sembra trasformarsi in un rifugio per tossicodipendenti.

Parecchie le segnalazioni già arrivate alla polizia Municipale: «È molto importante che in presenza di situazioni particolari le segnalazioni vengano rivolte al Municipio - è la replica di Matteo Frulio, consigliere alle Manutenzioni e alla Sicurezza del Municipio Ponente - A dicembre avevamo ricevuto una raccolta firma di mamme che chiedevano una serie di interventi nei giardini e ci eravamo arrivati con Amiu per maggiori controlli sulle deiezioni canine. A inizio luglio abbiamo in previsione di rifare la pavimentazione dei giardini e la manutenzione del verde per renderli più accessibili».

Il problema dei controlli, soprattutto di sera, però resta: «Ne siamo consapevoli - ammette Frulio- La necessità primaria, presentata anche in Commissione a Tursi, è quella di avere più agenti della Municipale: ne abbiamo un terzo di quelli che ha il centro storico nonostante l’estensione del Municipio Ponente. È necessaria una presenza più numerosa, e che una parte delle nuove assunzioni vengano destinate alla nostra zona. I controlli al momento sono concentrati sulle spiagge per evitare il fenomeno delle tendopoli che negli scorsi anni è diventato dilagante, ma vorremmo potenziarli anche per i giardini Piccardo e quelli di via Segneri. Difficile però farlo con 42 vigili distribuiti tra Voltri, Pra’ e Pegli».

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (2)

  • forse serve anche più collaborazione e senso civico da parte dei cittadini. spesso questi ultimi non aspettano altro di essere coinvolti nel mantenere il decoro, ma non sanno come.

  • Amando il mio paese e avendo fatto molto (anche se molto tempo fa), per cercare di renderlo sempre più bello, mi rende triste dire che Voltri è diventato negli ultimi anni, un quartiere sempre più degradato. Alcune zone completamente dimenticate. Come recita l’articolo, troppo spesso si trovano siringhe, giardini di piazza Lerda frequentati giornalmente da persone ubriache, spaccio ecc. Sicuramente saremo in linea con tutte le altre città italiane, però è un vero peccato che nessuno possa farci qualcosa per migliorare la situazione ????

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Contratto per il ponte, Bucci: «Consegna entro il 15 aprile 2020»

  • Cronaca

    Voltri, arriva l'ordinanza anti alcol

  • Cronaca

    Crollo torre piloti, assolto in Appello il comandante Olmetti

  • Economia

    Gronda, trenta associazioni firmano manifesto in favore

I più letti della settimana

  • Cadavere murato in una villa nel milanese, potrebbe essere scomparso da Genova

  • Auto ribaltata in autostrada, traffico bloccato

  • Ritorna l'incubo delle cimici (anche in inverno): ecco perché, e come allontanarle

  • Incidente a San Fruttuoso, un ferito grave

  • Autotrasporto, dopo due giorni di blocco i tir riprendono la marcia

  • Incidente sul lavoro a Sestri Ponente; a Cornigliano ferita una donna in stazione

Torna su
GenovaToday è in caricamento