Voltri, pronta la rinascita della piscina Mameli: «Inauguriamo nel 2021»

L'annuncio di Tursi: pubblicato il bando di gara si attendono le offerte, l'investimento è di 4,4 milioni di euro e prevede la realizzazione di una vasca da 33 metri

Fine lavori, 2021: è la promessa che il Comune di Genova ha fatto ai voltresi che da anni ormai chiedono la riqualificazione e la restituzione alla città della storica piscina Nicola Mameli, punto di riferimento del ponente genovese per quanto riguarda l’impiantisca sportiva.

La piscina Mameli, costruita nel 1954, ha ospitato nei tempi migliori ben 5 squadre di pallanuoto per gli allenamenti. Nel 2013 era stata chiusa per i problemi economici della società sportiva che la gestiva e per una questione di sicurezza legata alla presenza di amianto, e ha dovuto attendere 5 anni prima di essere demolita. Adesso, stando a quando annunciato dagli assessori allo Sport e ai Lavori pubblici del Comune di Genova, Stefano Anzalone e Paolo Fanghella, è pronta a rinascere. 

La nuova Mameli potrà contare su una vasca da 33 metri (a norma, dunque, per la pallanuoto) e spalti da 180 posti. La nuova struttura sarà moderna e priva di barriere architettoniche, per un investimento totale di 4 milioni e 400mila euro, 3,2 provenienti dai fondi previsti per il Patto di Genova e 1,6 da finanziamenti comunali.

 Il bando di gara per l’affidamento della progettazione e della realizzazione è stato pubblicato il 31 dicembre 2018, e scadrà il 28 marzo: «Salvo intoppi o ricorsi - dice ha detto Fanghella - i lavori partiranno in ottobre, e ci vorranno circa due anni, poi si farà un altro bando per la gestione».

In parallelo con i lavori per la piscina di Voltri, il Comune sta inoltre portando avanti il progetto che riguarda la piscina di Pra’ e la sua copertura in pvc. I lavori di sostituzione partiranno venerdì, un investimento da 620mila euro che comprende oltre al telo anche la sostituzione delle travi in legno, per un totale di 150 giorni di lavori.

«È uno dei pochi impianti natatori in attivo in Italia - ha detto il consigliere Anzalone - anche per questo la società va aiutata a svolgere il suo lavoro». 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La curiosità: perché a Genova ci sono tante finestre dipinte sui palazzi?

  • La curiosità: perché a Genova i numeri civici sono di due colori diversi?

  • Le migliori sagre dell'autunno 2019 a Genova e provincia: dove e quando

  • Piante di marijuana alte due metri, quarantenne nei guai

  • I cognomi più diffusi a Genova e il loro significato

  • Incidente in porto, tre operai feriti

Torna su
GenovaToday è in caricamento