Villa Gentile, stop alle gare: «Pista non omologata»

La Federazione italiana atletica leggera ha sanzionato l’impianto. Il consigliere comunale del Pd Alessandro Terrile denuncia il continuo rinvio dei lavori

La Federazione italiana di atletica leggera non ha omologato l’impianto di Villa Gentile. Niente più gare nello stadio di atletica. Lo comunica Alessandro Terrile, consigliere comunale del Pd con un'interrogazone che non è stata discussa in Consiglio ma che riceverà una risposta scritta.

Il consigliere comunica con un post pubblicato sulla sua pagina Facebook che "in città non vi è una pista di atletica idonea a disputare competizioni agonistiche e così le competizioni sportive sono costrette a emigrare fuori Genova, a cominciare dai Giochi della Gioventù".

Secondo Terrile, il Patto per Genova del novembre 2016 aveva stanziato 300.000 euro per l’adeguamento dello stadio di atletica ma i lavori non sarebbero mai partiti motivo che ha costretto la Federazione a sanzionare l'impianto.
 

Potrebbe interessarti

  • Mangiare sul mare: secondo Forbes in Liguria due ristoranti tra i più belli d'Italia

  • La curiosa storia della scalinata "delle Caravelle"

  • Fabrizio De André: «Da dove viene la nostalgia che tutti noi abbiamo di Genova?»

  • Cos'hanno in comune il Matitone e il grattacielo più alto del mondo?

I più letti della settimana

  • Lanciano monetine al concerto di Salmo, il rapper: «Ci stiamo divertendo, chi è che ha pagato il biglietto per disturbare?»

  • Schianto in moto in Francia, muore centauro genovese

  • Mangiare sul mare: secondo Forbes in Liguria due ristoranti tra i più belli d'Italia

  • Sequestrati i Bagni Liggia: il titolare promette battaglia

  • Sabato l'addio al giovane 'fighter' morto in A7

  • La curiosa storia della scalinata "delle Caravelle"

Torna su
GenovaToday è in caricamento