Viadotto Bisagno, il consiglio comunale chiede chiarezza sugli interventi

Ottenuto anche l'impegno del sindaco e della giunta a coinvolgere tutti gli organi competenti quali governo, Regione ed Autostrade per l'Italia con l'obiettivo di creare un tavolo tecnico nel quale individuare soluzioni definitive e plausibili

L'ultimo consiglio comunale del 2019 è iniziato alle ore 10 di lunedì 23 dicembre 2019: con 36 consiglieri presenti all'appello la seduta è risultata valida.

Prima della trattazione dell'ordine del giorno, il presidente Piana ha dato lettura di tre ordini del giorno 'fuori sacco'. Il primo è analogo a un altro documento, respinto l'1 ottobre, ovvero la revoca delle concessioni ad Autostrade: anche questa volta l'ordine del giorno è stato respinto.

Approvate all'unanimità gli altri due ordini del giorno. Il secondo, in considerazione della situazione di grave preoccupazione dei cittadini che abitano i prossimità del viadotto Bisagno e di altri viadotti ubicati nel territorio del Comune di Genova, chiede l'impegno del sindaco e della giunta a coinvolgere tutti gli organi competenti quali governo, Regione ed Autostrade per l'Italia con l'obiettivo di creare, in prima istanza, un tavolo tecnico nel quale individuare soluzioni definitive e plausibili circa l'emergenza e la messa in sicurezza del territorio e dei suoi cittadini residenti in prossimità dei viadotti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E il terzo, considerati i poteri attribuiti al sindaco dall'articolo 54 del Tuel (Testo unico degli enti locali), impegna a richiedere periodicamente attraverso la direzione della Protezione Civile de Comune, ad Aspi e ai competenti uffici del Mit, lo stato di avanzamento degli interventi di ripristino conservativo già effettuati e da effettuare, nonché a sollecitare la più celere e puntuale realizzazione delle misure di sicurezza, affinchè non avvengano più cadute di attrezzi o materiali dai cantieri che operano sul viadotto Bisagno e venga garantita la piena sicurezza di persone e/o cose, informando il consiglio comunale in merito alle notizie pervenute e ad eventuali azioni che si intenderanno intraprendere in conseguenza alle stesse.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cade nel fiume e batte la testa, muore nel trasporto in ospedale

  • Le Frecce Tricolori martedì a Genova: quando e da dove vederle

  • L'uomo più anziano della Liguria compie 108 anni

  • Incidente in Sopraelevata, grave scooterista: traffico bloccato

  • Spesa da 150 euro all'Ipercoop, ma cerca di uscire pagandone solo 10

  • Trovato morto sulle alture di Sestri Ponente, lutto per Giuseppe Terramagra

Torna su
GenovaToday è in caricamento