Inchiesta viadotti, interdizione per dieci ex di Spea

L'interdizione è arrivata perché, secondo l'accusa, i tecnici non avrebbero eseguito le ispezioni nei cassoni dei viadotti, dando così una valutazione approssimativa delle condizioni dei ponti

Spea non è più incaricata della manutenzione e del monitoraggio dei viadotti per conto di Autostrade. E ora dieci tra i suoi ex dirigenti e tecnici non potranno ricoprire altri incarichi pubblici. A deciderlo è stato il tribunale del Riesame, che ha ha accolto la richiesta della procura in merito all'interdizione dei dieci.

Il pubblico ministero Walter Cotugno, che coordina l'inchiesta bis sui presunti falsi report, aveva chiesto due volte arresti e interdizioni ma il gip aveva respinto. Il magistrato aveva fatto appello al riesame modificando le richieste e chiedendo l'interdizione per tutti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I legali dei dieci tecnici e dirigenti posso impugnare la decisione in Cassazione. L'interdizione è arrivata perché, secondo l'accusa, i tecnici non avrebbero eseguito le ispezioni nei cassoni dei viadotti, dando così una valutazione approssimativa delle condizioni dei ponti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cade nel fiume e batte la testa, muore nel trasporto in ospedale

  • Spesa da 150 euro all'Ipercoop, ma cerca di uscire pagandone solo 10

  • L'uomo più anziano della Liguria compie 108 anni

  • Incidente in Sopraelevata, grave scooterista: traffico bloccato

  • Coronavirus, solo 17 nuovi contagi nelle ultime ore

  • Come distinguere una vipera, e cosa fare in caso di morso

Torna su
GenovaToday è in caricamento