Accoltella due giovani fuori dal locale, arrestato 44enne

La rissa è scoppiata all'esterno del Le Kiosque, sull'Aurelia tra Vesima e Voltri. Feriti due genovesi di 29 anni, l'aggressore è stato fermato nella sua casa di Sampierdarena

Foto d'archivio

Un litigio per futili motivi degenerato in violenza, con due giovani accoltellati e un terzo ferito di striscio: è successo nella notte tra venerdì e sabato all’esterno del Le Kiosque Crevari Beach, locale che si affaccia sull’Aurelia, tra Vesima e Voltri.

La lite è scoppiata poco dopo l’una tra un genovese di 44 anni, con diversi precedenti di polizia, e altri due genovesi di 29 anni: prima le minacce e gli insulti all’interno, poi il gruppetto si è spostato all’esterno, dove il 44enne ha estratto un coltello e, dopo avere aggredito a calci e pugni i rivali, li ha colpiti diverse volte all’addome, al torace e alle braccia dopo che i giovani hanno provato a difendersi dai fendenti. 

Nella concitazione del momento è rimasto ferito anche un amico dell’aggressore, intervenuto, stando a quanto raccontato dai testimoni, apparentemente per separare i contendenti. Poi l’uomo, sempre accompagnato dagli amici, ha gettato il coltello in mare, è salito a bordo della sua auto ed è fuggito, lasciando i due giovani sanguinanti riversi al suolo.

Immediata la chiamata alle forze dell’ordine, mentre i due giovani raggiungevano con i loro mezzi il pronto soccorso dell’ospedale di Voltri per farsi medicare: una volta sul posto, gli agenti della Questura di Genova hanno raccolto le testimonianze dei presenti, riuscendo a scoprire il numero di targa dell’auto su cui il 44enne si era allontanato.

Nel giro di pochissimo tempo i poliziotti sono quindi risaliti alla sua identità e al suo indirizzo, un appartamento di Sampierdarena dove sono arrivati poco dopo la fuga, tanto che fuori dal palazzo hanno notato un amico del 44enne dirigersi verso un bidone della spazzatura con un sacchetto in cui erano contenuti gli abiti sporchi di sangue dell’aggressore e dell’amico rimasto ferito.

Gli agenti hanno dunque fatto irruzione nell’appartamento, trovando l’aggressore e gli amici in procinto di indossare abiti puliti. L’uomo è stato arrestato e trasferito nel carcere di Marassi: l’ipotesi di reato, sottoposta anche al pubblico ministero Gabriella Dotto, è quella di tentato omicidio (vista anche la natura dei fendenti) anche se non è escluso che si proceda per lesioni aggravate.

I due giovani feriti sono invece stati medicati e tenuti in osservazione: nelle prossime ore saranno interrogati, insieme con gli amici del 44enne, per ricostruire cosa sia esattamente avvenuto.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scooter contro auto della polizia, un morto

  • Si getta dal viadotto dell’A26: morto imprenditore del crack Qui!Group

  • Schianto in via Cadighiara, Luca non ce l'ha fatta: donati gli organi

  • Accensione riscaldamento 2019: quando si azionano i termosifoni a Genova

  • I migliori eventi del weekend a Genova e dintorni: Rolli Days, Giornate FAI, Columbus Day, Notte Bianca dei Bambini, sagre e tanto altro

  • Morta dopo caduta sul bus, chiesto processo per autista e automobilista

Torna su
GenovaToday è in caricamento