Imbrattata la targa del missino Venturini, antifascisti rivendicano il gesto

La targa era già stata danneggiata diverse volte negli ultimi anni e recentemente era stata vandalizzata proprio nei giorni precedenti la commemorazione da parte dei movimenti di estrema destra 

Foto @Genova Antifascista

La targa dedicata a Ugo Venturini, militante del Movimento Sociale Italiano ucciso durante un comizio di Almirante da una bottigliata in testa nel 1970, è stata nuovamente imbrattata, ricoperta interamente da vernice nera. Sopra, a rivendicare il gesto, un adesivo di Genova Antifascista. La targa si trova nei giardini di piazza Verdi a Brignole, luogo in cui Venturini fu ucciso.

La targa era già stata danneggiata diverse volte negli ultimi anni e recentemente era stata coperta e vandalizzata proprio nei giorni precedenti la commemorazione da parte dei movimenti di estrema destra di sabato 4 maggio 2019. 

In mattinata proprio Genova Antifascista ha rivendicato il gesto, scrivendo sulla propria pagina Facebook: «La scorsa notte è stata cancellata la targa che infangava la storia della nostra città, medaglia d'oro alla resistenza. A Genova non c'è spazio per il ricordo dei picchiatori fascisti. Ora e sempre Resistenza».

Potrebbe interessarti

  • Mangiare sul mare: secondo Forbes in Liguria due ristoranti tra i più belli d'Italia

  • La curiosa storia della scalinata "delle Caravelle"

  • Fabrizio De André: «Da dove viene la nostalgia che tutti noi abbiamo di Genova?»

  • Cos'hanno in comune il Matitone e il grattacielo più alto del mondo?

I più letti della settimana

  • Lanciano monetine al concerto di Salmo, il rapper: «Ci stiamo divertendo, chi è che ha pagato il biglietto per disturbare?»

  • Schianto in moto in Francia, muore centauro genovese

  • Mangiare sul mare: secondo Forbes in Liguria due ristoranti tra i più belli d'Italia

  • Sequestrati i Bagni Liggia: il titolare promette battaglia

  • Sabato l'addio al giovane 'fighter' morto in A7

  • La curiosa storia della scalinata "delle Caravelle"

Torna su
GenovaToday è in caricamento