Il vento spazza la città: raffiche sopra i 100 km/h, super lavoro dei vigili del fuoco

Alberi e rami pericolanti o caduti, impalcature in bilico, distacco di cornicioni o coperture di tetti, cui si aggiunge lo stop alle attività in parte del porto

Genova si sveglia sotto un cielo terso, spazzato da raffiche di vento che sfiorano i 100 km/h. E dopo lunghe giornate di pioggia, i problemi adesso sono legati proprio al vento, che ha costretto i vigili del fuoco, sin dalle prime ore della mattina, a intervenire su alberi e impalcature pericolanti e altre situazioni potenzialmente pericolose.

Le segnalazioni sono arrivate da ogni parte della città, da Castelletto e Oregina passando per la Valpolcevera e la Valbisagno, e ripercussioni si sono avute anche al porto di Pra'-Voltri, che da poco dopo le 5 ha sospeso le attività di movimentazione dei container. Le conseguenze hanno iniziato a farsi sentire nel pomeriggio, quando decine di camion sono rimasti incolonnati lungo il nodo di San Benigno, già a partire dall'uscita del casello autostradale. Nessun problema, invece, all’aeroporto Cristoforo Colombo, dove i voli partono e decollano regolarmente.

Dal punto di vista strettamente meteorologico, i dati raccolti da Arpal rivelano che nelle ultime ore il vento settentrionale si è manifestato con i suoi effetti in particolare sul settore centrale della regione. La raffica più intensa, 116.3 km/h si è registrata alle 8 al Porto Antico, cui seguono Marina di Loano con 100.4, Castellaccio con 92.9, il monte Pennello con 85.7, il porto di Arenzano con 82.8, Framura con 76.3.

Per oggi il Centro Meteo Arpal prevede venti da Nord, Nord-Est in ulteriore rinforzo fino a 70-80 km/h sulla zona B e la parte orientale della zona A dove le raffiche potranno raggiungere 90-100 km/h. Sulle restanti zone (parte occidentale di A, DE e C) venti forti sui 50-60 km/h sempre rafficati con rinforzi sui 70-80 km/h.

In calo le temperature minime: alle 7.15 Monte di Mezzo, stazione nel comune di Santo Stefano d’Aveto (Genova) segna -4.5, Pratomollo (Genova) -3.8, Monte Settepani (Savona) -3.3. Nello spezzino spicca Padivarma con -2.1, nell’imperiese Verdeggia con 0.9.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sorbillo apre a Genova: «Pizza gratis per tutti»

  • Scopre la morte della madre e si uccide gettandosi dal Monoblocco

  • Ucciso il cinghiale "educato" che attraversava sulle strisce guidato dal vigile

  • Dal cibo all'allontanamento forzato: ecco perché non si possono aiutare le orche in porto

  • Alimenti scaduti nel frigo del supermercato, multa da diecimila euro

  • Orche in porto, interviene il Ministero: «Probabilmente sono malate»

Torna su
GenovaToday è in caricamento