Versa 300 euro come acconto per la casa in montagna, ma non esiste

Un 43enne di Torino è stato denunciato dai carabinieri per essersi intascato 300 euro, pagati da un giovane di Serra Riccò per una casa in affitto in Valle d'Aosta

I carabinieri di Serra Riccò, a conclusione di indagini, hanno denunciato per truffa e sostituzione di persona un 43enne di Torino, gravato di pregiudizi di polizia.

Quest'ultimo, lo scorso mese di dicembre, in prossimità delle feste natalizie, è riuscito mediante artifizi e raggiri vari a farsi versare su una carta Postepay, risultata intestata a un'altra persona, la somma di 300 euro da un 21enne, quale caparra per l'affitto di una casa vacanza in Valle d'Aosta, poi scopertasi inesistente.

Potrebbe interessarti

  • Forbes: «8 posti in cui mangiare da non perdere in Liguria (con relative specialità)»

  • Manhattan scopre la focaccia di Recco: «Una tentazione eccezionale»

  • Cenare sulla spiaggia: 4 ristoranti a Genova e dintorni per mangiare a due passi dalle onde

  • Il compositore Richard Wagner: "Non ho mai visto nulla come Genova"

I più letti della settimana

  • Tragedia a Busalla, donna incinta trovata morta in casa

  • Superenalotto, in Liguria un'altra vincita

  • Forbes: «8 posti in cui mangiare da non perdere in Liguria (con relative specialità)»

  • Manhattan scopre la focaccia di Recco: «Una tentazione eccezionale»

  • Assalto al pulmino della gita per riprendersi il figlio

  • Cenare sulla spiaggia: 4 ristoranti a Genova e dintorni per mangiare a due passi dalle onde

Torna su
GenovaToday è in caricamento