Cogoleto, truffata da finto poliziotto: chiedeva soldi per la cauzione del figlio

La vittima, una pensionata, ha consegnato allo sconosciuto mille euro e alcuni gioielli in oro

Ha fatto finta di essere un poliziotto per chiedere alla vittima - un'ignara pensionata di Cogoleto - soldi per la cauzione del figlio.

E' successo ieri pomeriggio, quando la donna ha risposto a una chiamata: dall'altro capo del telefono, uno sconosciuto che si è qualificato come membro delle forze dell'ordine. «Suo figlio si trova con noi - le avrebbe detto - è nei guai perchè non è in regola con i documenti assicurativi». Come fare? L'uomo le rivela la soluzione: pagare 4.000 euro di cauzione per liberare subito il figlio.

La donna accetta, e poco dopo viene visitata da un uomo, a casa, che le chiede i soldi della cauzione. La pensionata consegna mille euro e qualche gioiello in oro, dopodiché il malintenzionato sparisce. Lei capisce di essere stata truffata, e si rivolge ai carabinieri per denunciare il fatto. Indagini in corso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I ristoranti di Genova proposti dalla Guida Michelin 2020

  • Coronavirus, guardia alta anche in Liguria: la Regione attiva sindaci e medici di famiglia

  • Referendum per il taglio dei parlamentari: come e quando si vota

  • Pentema diventa un set per il film "Mondi Paralleli"

  • Coronavirus, Viale: «Negativi i test sulle persone esaminate al San Martino»

  • Coronavirus, l'infettivologo Bassetti: «Abbassiamo i toni: se arriverà siamo pronti»

Torna su
GenovaToday è in caricamento