Torre piloti, al via processo bis

Le richieste di rinvio a giudizio sono in totale 17. L'inchiesta è nata dalla denuncia di Adele Chiello, madre di Giuseppe Tusa

Si è aperta a Genova l'udienza preliminare a porte chiuse del processo bis sul crollo della torre piloti, abbattuta dalla nave Jolly Nero a molo Giano il 7 maggio 2013. L'inchiesta, nata dalla denuncia di Adele Chiello, madre di Giuseppe Tusa, una delle nove vittime, punta a capire se ci siano responsabilità da parte di chi progettò e decise di realizzare la torre in quel punto della banchina.

Le richieste di rinvio a giudizio sono in totale 17. Fra gli indagati i datori di lavoro delle nove vittime e i responsabili della sicurezza, per cui figurano personale della Capitaneria di Porto, della corporazione Piloti e della società Rimorchiatori riuniti. Poi ci sono progettista e collaudatore, commissario e dirigenti tecnici del Consorzio autonomo del porto e coloro che non sollevarono obiezioni al progetto, facenti parte della sezione del Consiglio superiore dei lavori pubblici.

Questa mattina fuori dal tribunale era presente anche una delegazione dei parenti delle vittime della strage ferroviaria di Viareggio. Prossima udienza il 10 aprile. Il dibattimento potrebbe aprirsi dopo l'estate.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Alberto Angela racconta Genova: ecco quando andrà in onda la puntata delle "Meraviglie"

  • Bar, ristorante e giardino d'inverno: tutto pronto per l'inaugurazione della nuova Scalinata Borghese

  • Il meglio del weekend a Genova: Hogwarts Express, focaccette di Crevari, teatri e tanto altro

  • Tragico schianto in via Siffredi, muore 27enne

  • Cassano torna in campo: nuova esperienza in Aics con tripletta all'esordio

  • 10 film girati a Genova, tra "cult" e pellicole meno conosciute

Torna su
GenovaToday è in caricamento