De Ferrari "invasa" dai taxi, protesta sotto la Regione

I tassisti genovesi si sono uniti alla protesta nazionale contro l'emendamento al Milleproroghe: in mattinata l'incontro tra i rappresentanti della categoria e il ministro Graziano Del Rio

Piazza De Ferrari invasa dalle auto bianche stamattina per la protesta dei tassisti genovesi, scesi in campo per manifestare insieme con i colleghi a livello nazionale nel giorno in cui a Roma è fissato il vertice tra i rappresentanti della categoria e il ministro dei Trasporti, Graziano Del Rio.

I tassisti di Roma, Milano, Napoli e Torino sono sul piede di guerra sin dalle 5 della mattina, e ormai da giorni protestano contro l’emendamento al Milleproroghe, proposto dalla senatrice del Pd Linza Lanzillota, che sposta al 31 dicembre 2017 il termine entro cui il governo dovrebbe decidere sul tema del noleggio auto con il conducente: una proroga che, secondo i tassisti, sarebbe stata varata per favorire multinazionali come Uber, contro cui erano già scesi in piazza con uno sciopero e una protesta selvaggia.

«Non si tratta di uno sciopero ufficiale, è stata dichiarata un’assemblea spontanea da parte di alcuni tassisti alla luce del vertice di Roma - spiegano a Genova Today dal servizio Radio Taxi - Ovviamente in queste ore abbiamo difficoltà a trovare le macchine, anche se stiamo garantendo i servizi indispensabili, per i disabili e per i trasporti in ospedali. Cerchiamo anche di evadere qualche altra chiamata»

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rientra a casa tardi e litiga con la moglie, si scopre che era a spacciare

  • Temperature in picchiata, in Liguria arriva la prima neve

  • Staglieno, rimosso maxi nido di calabroni dal giardino di una giovane coppia

  • Sos freddo al parco canile Dogsville: come aiutare

  • Allerta arancione in arrivo: nuova ondata di maltempo, le previsioni

  • Boato nella notte, paura a Campomorone

Torna su
GenovaToday è in caricamento