Genova: disoccupato sale su traliccio, non ha soldi per figlia malata

Un uomo di 45 anni è salito su un palo dell'illuminazione del campo sportivo di Prà. Alcuni passanti notano la scena e avvisano i soccorsi. Un maresciallo dei carabinieri convince il padre a desistere da eventuale volontà di suicidio

All'origine del gesto forse non c'era una vera e propria volontà di suicidio. Oggi, 22 marzo 2012, un uomo di 45 anni disoccupato, si è arrampicato su un traliccio del campo sportivo di Prà, nel ponente di Genova. A portarlo lassù, a diversi metri da terra, la disperazione per non poter comprare le scarpe ortopediche alla figlia malata.

Fortunatamente, la cronaca non registra l'ennesima tragedia della disperazione grazie all'intervento di alcun passanti. Sul posto intervengono vigili del fuoco, carabinieri e 118. Un maresciallo dell'arma, salito sull'autogru dei pompieri, convincere l'uomo a desistere.

Potrebbe interessarti

  • Mangiare sul mare: secondo Forbes in Liguria due ristoranti tra i più belli d'Italia

  • La curiosa storia della scalinata "delle Caravelle"

  • Fabrizio De André: «Da dove viene la nostalgia che tutti noi abbiamo di Genova?»

  • Cos'hanno in comune il Matitone e il grattacielo più alto del mondo?

I più letti della settimana

  • Lanciano monetine al concerto di Salmo, il rapper: «Ci stiamo divertendo, chi è che ha pagato il biglietto per disturbare?»

  • Schianto in moto in Francia, muore centauro genovese

  • Mangiare sul mare: secondo Forbes in Liguria due ristoranti tra i più belli d'Italia

  • Sequestrati i Bagni Liggia: il titolare promette battaglia

  • Sabato l'addio al giovane 'fighter' morto in A7

  • La curiosa storia della scalinata "delle Caravelle"

Torna su
GenovaToday è in caricamento