Genova: disoccupato sale su traliccio, non ha soldi per figlia malata

Un uomo di 45 anni è salito su un palo dell'illuminazione del campo sportivo di Prà. Alcuni passanti notano la scena e avvisano i soccorsi. Un maresciallo dei carabinieri convince il padre a desistere da eventuale volontà di suicidio

All'origine del gesto forse non c'era una vera e propria volontà di suicidio. Oggi, 22 marzo 2012, un uomo di 45 anni disoccupato, si è arrampicato su un traliccio del campo sportivo di Prà, nel ponente di Genova. A portarlo lassù, a diversi metri da terra, la disperazione per non poter comprare le scarpe ortopediche alla figlia malata.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Fortunatamente, la cronaca non registra l'ennesima tragedia della disperazione grazie all'intervento di alcun passanti. Sul posto intervengono vigili del fuoco, carabinieri e 118. Un maresciallo dell'arma, salito sull'autogru dei pompieri, convincere l'uomo a desistere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cade nel fiume e batte la testa, muore nel trasporto in ospedale

  • Spesa da 150 euro all'Ipercoop, ma cerca di uscire pagandone solo 10

  • L'uomo più anziano della Liguria compie 108 anni

  • Incidente in Sopraelevata, grave scooterista: traffico bloccato

  • Coronavirus, solo 17 nuovi contagi nelle ultime ore

  • Coronavirus, Gimbe: «Contagio non è sotto controllo in Liguria, Lombardia e Piemonte»

Torna su
GenovaToday è in caricamento