Genova: disoccupato sale su traliccio, non ha soldi per figlia malata

Un uomo di 45 anni è salito su un palo dell'illuminazione del campo sportivo di Prà. Alcuni passanti notano la scena e avvisano i soccorsi. Un maresciallo dei carabinieri convince il padre a desistere da eventuale volontà di suicidio

All'origine del gesto forse non c'era una vera e propria volontà di suicidio. Oggi, 22 marzo 2012, un uomo di 45 anni disoccupato, si è arrampicato su un traliccio del campo sportivo di Prà, nel ponente di Genova. A portarlo lassù, a diversi metri da terra, la disperazione per non poter comprare le scarpe ortopediche alla figlia malata.

Fortunatamente, la cronaca non registra l'ennesima tragedia della disperazione grazie all'intervento di alcun passanti. Sul posto intervengono vigili del fuoco, carabinieri e 118. Un maresciallo dell'arma, salito sull'autogru dei pompieri, convincere l'uomo a desistere.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sampierdarena, dà in escandescenze per la strada e ferisce 3 poliziotti

  • Scooter contro auto della polizia, un morto

  • Allerta meteo arancione, scuole chiuse nei municipi Ponente e Medio Ponente, allagamenti nella notte e caos viabilità

  • Meteo: fine settimana di maltempo, allerta su tutta la Liguria

  • Incidente al casello, un morto

  • A San Desiderio l'ultimo saluto a Luca

Torna su
GenovaToday è in caricamento