Disordini a Sturla, a processo 17 antagonisti

I fatti risalgono all'inaugurazione della sede di Forza Nuova in via Orlando. Le accuse sono, a vario titolo, porto d’oggetti atti a offendere, lancio pericoloso di oggetti, accensione di fumogeni, travisamento, resistenza aggravata e oltraggio a pubblico ufficiale

 Il giudice per l’udienza preliminare del tribunale di Genova, Luisa Pastorini, ha rinviato a giudizio 17 antagonisti che hanno partecipato ai disordini scoppiati nel settembre 2015 a Sturla in occasione dell’inaugurazione della nuova sede di Forza Nuova, in via Orlando.

Il rinvio a giudizio è stato disposto in mattinata: le accuse sono, a vario titolo, porto d’oggetti atti a offendere, lancio pericoloso di oggetti, accensione di fumogeni, travisamento, resistenza aggravata e oltraggio a pubblico ufficiale. Per il sostituto procuratore Federico Manotti, che aveva chiesto il rinvio a giudizio di 24 persone, i 17 antagonisti devono rispondere anche del danneggiamento della targa dei giardini della stazione di Brignole dedicata a Ugo Venturini, il militante del Movimento Sociale Italiano ucciso negli anni ‘70.

Dei 24 manifestanti indagati, 6 hanno chiesto e ottenuto la messa alla prova, mentre uno ha patteggiato la pena a un anno di reclusione. Il processo inizierà il prossimo 11 luglio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Alberto Angela racconta Genova: ecco quando andrà in onda la puntata delle "Meraviglie"

  • Tragico schianto in via Siffredi, muore 27enne

  • Bar, ristorante e giardino d'inverno: tutto pronto per l'inaugurazione della nuova Scalinata Borghese

  • 10 film girati a Genova, tra "cult" e pellicole meno conosciute

  • "Gelatina" di Genova è la migliore gelateria emergente d'Italia per Gambero Rosso

  • Tragico malore sul bus, muore 38enne

Torna su
GenovaToday è in caricamento