Viabilità,controlli e prove di carico sui ponti della Città Metropolitana

Proseguono le verifiche sulle infrastrutture degli 850 km di rete di competenza dell'ente: a dicembre sono previsti 8 interventi su altrettanti viadotti

Non solo le autostrade: anche le provinciali genovesi sono finite sotto stretta sorveglianza dopo l’ondata di maltempo che ha messo in ginocchio la viabilità dell’entroterra e delle vallate provocando frane, smottamenti e crepe nell’asfalto e nei muraglioni di contenimento. 

Nelle ultime settimane le segnalazioni, gli interventi - e le conseguenti chiusure - si sono susseguite, con la situazione più critica attualmente tra Campomorone e Ceranesi per la chiusura del cosiddetto “bypass dei ponti nuovi”, chiuso per un muraglione pericolante. E mentre i residenti rinnovano ancor più ad alta voce l’invito a intervenire, la Città Metropolitana ha confermato che in questi giorni proseguono le ispezioni e le verifiche sui ponti presenti lungo gli 850 km di rete stradale di sua competenza. 

Il progetto e il cronoprogramma sono stati sviluppati su indicazione della Direzione Territorio e Mobilità, che per il 2019 aveva previsto 12 prove di transitabilità. A novembre, dunque, sono iniziati i controlli sui ponti della SP 22 di Tribogna, della SP 23 della Scoglina e sulla SP 26 di Val Graveglia. In quest’ultimo caso, su 2 dei 4 ponti interessati le prove sono iniziate il 13 novembre, sugli altri 2 gli interventi sono ancora da avviare a causa del ritardo dovuto al maltempo.

Per quanto riguarda dicembre, invece, martedì mattina sono iniziate le prove su due ponti della Sp 333 di Uscio, e sono previste prove sulla SP 2 di Sant'Olcese e sulla SP 3 di Crocetta d'Orero (in entrambi i casi è interessato 1 ponte, con prova da effettuare il 10 dicembre 2019), sulle SP 41 di Tiglieto e la SP 53 della Bastia (2 ponti, prove da effettuare il 17 dicembre 2019. Sono inoltre partite le verifiche più approfondite, comprese le prove di carico, su un ponte della SP 32 del Bocco di Leivi (completate ad aprile) e su un ponte della SP 33 di San Salvatore (completate a novembre 2019).

«Sono molto soddisfatto per l’impegno e l’attenzione che la Direzione ha posto in questa serie di verifiche, avviate da tempo e che oggi dimostrano quanto sia importante la prevenzione per la sicurezza - ha detto il consigliere delegato alla Viabilità di Città Metropolitana, Franco Senarega - Ovviamente nel corso delle prove si cerca di limitare il disagio garantendo il transito ai veicoli impegnati in servizi di soccorso o di emergenza e dove possibile, al trasporto pubblico».

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Genova usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sorbillo apre a Genova: «Pizza gratis per tutti»

  • Scopre la morte della madre e si uccide gettandosi dal Monoblocco

  • Ucciso il cinghiale "educato" che attraversava sulle strisce guidato dal vigile

  • Dal cibo all'allontanamento forzato: ecco perché non si possono aiutare le orche in porto

  • Alimenti scaduti nel frigo del supermercato, multa da diecimila euro

  • Orche in porto, interviene il Ministero: «Probabilmente sono malate»

Torna su
GenovaToday è in caricamento