Urina e defeca sul suo pianerottolo come atto d'amore per conquistarla: genovese accusato di stalking

L'uomo imbrattava con l'urina l'ingresso dell'appartamento della donna, si faceva trovare nudo sul pianerottolo, talvolta masturbandosi: grave episodio di stalking in via Piacenza

La donna era caduta in forte depressione a causa delle ripetute molestie dell'uomo

I carabinieri della Stazione di Genova Molassana hanno arrestato un 62enne residente in via Piacenza per atti persecutori nei confronti della propria vicina di casa, una donna di 57 anni.

Un terribile caso di stalking durato diversi anni, l'uomo era già stato arrestato nel 2009 ma una volta libero aveva ripreso la persecuzione senza farsi problemi. Una situazione che ha portato la donna a una forte depressione.

L'uomo quasi ogni giorno tampinava la donna imbrattando con l'urina la porta di casa, danneggiando la cassetta della posta e colpendo ripetutamente il muro divisorio fra i due appartamenti. L'uomo sorprendeva la donna nel pianerottolo nudo, talvolta masturbandosi.

Per evitare i contatti con il persecutore, la sfortunata donna percorreva tutti i giorni sette piani di scale.

L'uomo è stato arrestato ed è rinchiuso nel carcere di Marassi con l’accusa di atti persecutori, atti osceni in luogo pubblico e danneggiamenti.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le migliori sagre dell'autunno 2019 a Genova e provincia: dove e quando

  • I cognomi più diffusi a Genova e il loro significato

  • Piante di marijuana alte due metri, quarantenne nei guai

  • Armato di pistola fa irruzione in pizzeria e minaccia la titolare: paura a Bolzaneto

  • Amt, l'orario invernale porta con sé alcune novità

  • Tragedia a Rapallo, 32enne trovato morto per strada

Torna su
GenovaToday è in caricamento