Ai domiciliari per stalking, perseguita la ex con sms minaccia

L'uomo, un quarantenne residente in Piemonte, è accusato di aver dato fuoco, nel dicembre scorso, a diversi motocicli posteggiati nella zona di Marassi a Genova, fra cui quello della ex compagna. Dopo ultimo tentativo molestie, pm chiede giudizio immediato

 

Richiesta di giudizio immediato del pm di Genova Federico Manotti per un quarantenne accusato di stalking per aver perseguitato l' ex fidanzata pedinandola e inviandole numerosi messaggi con minacce anche gravi.
 
L'uomo era agli arresti domiciliari nella città in cui risiede, in Piemonte, ma la settimana scorsa è stato colpito da ordine di custodia cautelare in carcere (ora è detenuto ad Alessandria) perché gli uomini della Squadra mobile di Genova che si occupano delle indagini hanno scoperto che dai domiciliari, servendosi di un altro cellulare, avrebbe continuato a perseguitare la sua ex.
 
Secondo l'accusa sarebbe stato trovato in possesso anche di sostanza stupefacente ma di questa ipotesi di reato si occupa la procura di Alessandria. L'uomo in un primo tempo era stato denunciato a piede libero perché accusato di aver dato fuoco, nel dicembre scorso, a diversi motocicli posteggiati nella zona di Marassi, a Genova, tra i quali vi era anche quello della sua ex fidanzata ma poi era emerso che, dopo l'interruzione della loro relazione, l'uomo aveva iniziato a perseguitarla (Ansa).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sorbillo apre a Genova: «Pizza gratis per tutti»

  • Scopre la morte della madre e si uccide gettandosi dal Monoblocco

  • Ucciso il cinghiale "educato" che attraversava sulle strisce guidato dal vigile

  • Dal cibo all'allontanamento forzato: ecco perché non si possono aiutare le orche in porto

  • Orche in porto, interviene il Ministero: «Probabilmente sono malate»

  • Molesta i clienti del ristorante e morde i carabinieri, ricoverata in tso

Torna su
GenovaToday è in caricamento