Prende a bottigliate la moglie, arrestato

Violenze e soprusi da parte del marito cingalese fino all'ultima aggressione che le ha provocato una profonda ferita al labbro e il conseguente ricovero

Il marito la picchiava con violenza. Lo faceva spesso ultimamente ma lei non aveva trovato il coraggio per denunciarlo. Una famiglia mono reddito, la preoccupazione di non riuscire a mantenere la figlia piccola e la paura di confidarsi con qualcuno. 

Poi lunedì 5 maggio l'ennessima aggressione: in preda alla furia dell'alcool, l'uomo ha afferrato una bottiglia e ha colpito la moglie in faccia, più volte, procurandole un taglio profondo sul labbro. La violenza è avvenuta davanti agli occhi della bambina e di un familiare che ha soccorso la donna e l'ha accompagnata all'ospedale San Martino.

La coppia è sposata da 18 anni e vive nel quartiere di Staglieno. Dal suo arrivo in Italia il marito ha iniziato a bere e a diventare sempre più aggressivo: la donna lo aveva raggiunto dallo Sri Lanka nel 2013 con la figlia. Da allora è stata un'escalation di violenza.

All'ospedale, i poliziotti allertati dai medici, si sono subito messi alla ricerca dell'uomo che è stato trovato a casa a smaltire la sbronza. Il 47enne è stato arrestato per per maltrattamenti in famiglia e lesioni aggravate ed è stato portato a Marassi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Olga, dall'Uzbekistan a Genova per aprire la prima "sfuseria" dei vicoli

  • Nuovo ponte: ecco come verrà sollevata la maxi campata

  • Tragedia in via Piacenza: uccide la moglie e si getta dal balcone

  • Scantinato strapieno di piante di marijuana, la polizia cerca padre e figlio

  • Nuovo ponte: maxi trave è troppo lunga, il varo slitta per "limarla"

  • Evasore totale affitta villa extra-lusso su Airbnb, scatta il sequestro

Torna su
GenovaToday è in caricamento