Ordinanza anti alcol, raccolta firme a Sestri Ponente: «Estendetela»

Il Comitato Sicurezza Sestri Ponente fa eco alla richiesta presentata da alcuni consiglieri del Municipio lo scorso dicembre: scatta la raccolta firme

«Estendete l’ordinanza anti alcol anche a Sestri Ponente»: la richiesta arriva dai residenti del quartiere, e fa eco a quella che il Municipio aveva presentato a Tursi in occasione dell’istituzione dei divieti a Cornigliano, lo scorso dicembre.

A dare voce alle richieste dei sestresi, questa volta, è il Comitato Sicurezza Sestri Ponente, che ha organizzato per sabato 9 febbraio una raccolta firme da presentare in Comune, agli assessori Stefano Garassino (Legalità) e Paola Bordilli (Commercio), per cercare di convincerli a ripensare al rifiuto espresso quando interpellati sulla possibilità di estendere l’ordinanza anti alcol a Sestri.

«Da alcuni anni assistiamo a un aumento esponenziale del degrado di alcune zone della nostra delegazione. Siamo stanchi di vedere raggruppamenti di persone con alcolici a tutte le ore del giorno - è l’appello espresso anche a mezzo social - che litigano tra di loro o peggio ancora molestano donne e ragazzine, bottiglie di vetro ovunque, che peraltro possono diventare un'arma e quindi un rischio per chiunque, persone che urinano in ogni dove, non curanti dei passanti, spesso minori. Siamo stanchi di questi atti incivili, di sopportare tutto questo impotenti e in silenzio».

«L’estensione dell'ordinanza anti alcol ad alcune zone di Sestri Ponente potrebbe essere un importante deterrente all'uso smisurato di alcolici», conclude il comitato, che appoggia così la richiesta che a dicembre era stata presentata dalla lista del vicepresidente del Municipio Medio Ponente, Massimo Romeo, di regolare con apposito provvedimento comunale il consumo e la vendita di alcol nella zona intorno a Fincantieri, al mercato del Ferro, a via Puccini e a piazza Aprosio. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Va da sé che le definizioni di ordinanza e di emergenza non collimano con il concetto di tutto il territorio - era stata la replica dell’assessore Garassino - Le ordinanze anti alcol sono provvedimenti fatti per determinate zone dove ci sono reali e inconfutabili problemi».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ecco come fare domanda per i buoni spesa

  • «Restate a casa»: nel giorno più nero per i decessi, il San Martino pubblica il 'meme' con le bare e scoppia la polemica

  • Coronavirus: i casi positivi sono 2.758, oltre 1.300 i ricoverati

  • Coronavirus, 2 milioni di mascherine. Toti: «Saranno distribuite gratis tramite edicole, farmacie e volontari»

  • «Pizze gratis a chi non può comprarsi da mangiare», l'iniziativa solidale della pizzeria di Struppa

  • Passeggiate con i bimbi, è polemica. Il post del medico fa il giro del web: «Ecco perché è meglio di no»

Torna su
GenovaToday è in caricamento