Manifestazione anti militarista a Sestri Ponente

Oggetto delle proteste l'azienda Leonardo, accusata di produrre e vendere missili, siluri, droni, aerei ed elicotteri da combattimento

Corteo anti militarista sabato 7 dicembre 2019 per le vie di Sestri Ponente. Circa duecento manifestanti si sono radunati in piazza Baracca per poi dare vita a un corteo, che ha sfilato anche davanti alla sede di Leonardo, accusata di produrre armamenti bellici, verso cui è stata lanciata venice. La manifestazione è stata indetta dall'assemblea contro la guerra nata all'indomani della protesta di un gruppo di portuali genovesi contro le navi della flotta Bahri che trasportano armi per l'Arabia Saudita.

«La guerra -scrivono gli organizzatori - è sempre più considerata una tragedia che non ci riguarda e lontana dalle nostre vite. Libia, Yemen, Siria, Afghanistan, Iraq sono lì a dimostrare il contrario, con anni di conflitti disastrosi innescati per i profitti dei capitalisti americani, europei e di casa nostra. Le cause e gli effetti della guerra sono sempre le stesse: colonizzazione, furto delle risorse, milioni di profughi in fuga, creazione di manodopera a basso costo, incremento dell'industria bellica».

«Leonardo (ex Finmeccanica) produce e vende missili, siluri, droni, aerei ed elicotteri da combattimento, tecnologie per il controllo dei confini e delle rotte migratorie - proseguono gli organizzatori della manifestazione -. Sono di Leonardo le armi con cui l'esercito saudita spara in Yemen, gli elicotteri e gli aerei con cui l’esercito turco bombarda il Rojava. Ecco cosa produce questa "eccellenza nazionale". Chi vive di guerra non può farne a meno».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Come ci insegna - conclude il volantino della manifestazione - la lotta dei portuali contro i traffici di armi nel porto e la compagnia saudita Bahri, gli ingranaggi della guerra si possono inceppare. Come ci indica la migliore tradizione del movimento operaio, il nemico è in casa nostra».

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Genova usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marijuana per tutti i gusti, giovane in manette a Sestri

  • Autostrade, scatta la gratuità del pedaggio su alcune tratte

  • Doppio tampone negativo, torna in Rsa e contagia 29 persone

  • Coronavirus, l’infettivologo Bassetti: «Primo tempo sta per finire, prepariamoci al secondo»

  • Bimba rimane chiusa in auto. Genitori: «È nuova, non sappiamo aprirla»

  • Tragedia sul lungomare di Arenzano, malore fatale mentre fa jogging

Torna su
GenovaToday è in caricamento