Bevono acqua al bar, due giovani in prognosi riservata

Due giovani di 23 e 25 anni sono ricoverati all'ospedale Galliera in gravi condizioni dopo aver bevuto in un bar del ponente cittadino. Segnalato il responsabile dell'errore. Nel detersivo potrebbe esserci soda caustica

Due giovani, una ragazza del 1993 e un ragazzo del '91 si trovano ora ricoverati in prognosi riservata presso l'ospedale Galliera dopo aver ingerito una sostanza sospetta all'interno di un bar nella zona di Sestri Ponente.

Inavvertitamente il barista avrebbe versato ai due un liquido, contenuto in una bottiglietta d'acqua, che però era detersivo per lavastoglie, travasato in precedenza. Il liquido verrà ora analizzato anche per capire se contenesse soda caustica.

L'allarme è scattato oggi, lunedì 23 gennaio 2017, poco prima delle 14. Sul posto sono intervenuti i mezzi di soccorso del 118, che hanno trasferito i due giovani in ospedale in codice rosso, il personale della Asl e i carabinieri del Nas, guidati dal capitano Gian Mario Carta. La bottiglietta incriminata è stata sequestrata e il barista segnalato per lesioni colpose.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Incidenti stradali

    Mortale in via Bobbio, un video incastra l'automobilista che ammette: «Sono passato col rosso»

  • Cronaca

    Morandi, slitta a martedì la discesa della quinta trave

  • Cronaca

    Fumo nei locali della metro, evacuata la stazione di De Ferrari

  • Cronaca

    Ritrovo di pusher, chiuso per 15 giorni bar di via San Luca

I più letti della settimana

  • Grossi quantitativi di droga e armi, arrestato allenatore di calcio

  • Si cappotta in auto, grave una donna

  • Mortale in via Bobbio, un video incastra l'automobilista che ammette: «Sono passato col rosso»

  • Panico in centro, minaccia di gettarsi da ponte Monumentale

  • Ventuno euro per fare da San Martino a Quarto in taxi, indaga la polizia

  • Nascondeva cocaina in trattoria, arrestato noto ristoratore di Sampierdarena

Torna su
GenovaToday è in caricamento