Cadavere murato in una villa nel milanese, potrebbe essere scomparso da Genova

Potrebbe appartenere a un uomo, scomparso da Genova nel 2013, il cadavere trovato murato in una villa di lusso di Senago in provincia di Milano

Lo scheletro trovato murato in una villa di lusso a Senago nel milanese potrebbe appartenere a un uomo sparito da Genova nel 2013. Il decesso risalirebbe almeno cinque anni fa. È quanto emerge dai primi risultati delle indagini dei carabinieri sul cadavere scoperto martedì mattina dietro un'intercapedine di una dependance all'interno della "Villa degli occhi".

Il corpo, ormai ridotto a uno scheletro, era stato trovato durante alcuni lavori di ristrutturazione nella splendida struttura del Settecento, che sette anni fa - gli ultimi interventi furono allora - era stata trasformata, almeno in parte, in un residence con case di pregio. 

I militari, grazie a un medico legale, avevano subito accertato che quelle ossa erano di un uomo tra i trentacinque e i quarantacinque anni. Il suo decesso - stando ai primi risultati arrivati - risalirebbe almeno a cinque anni fa.  

Per l'identificazione del corpo, stando a quanto appreso, gli inquirenti stanno approfondendo una serie di nominativi di cui, in quel periodo, è stata denunciata la scomparsa. In particolare si sta vagliando, tra le varie ipotesi, quella che porta a un cittadino albanese di cui si erano perse le tracce a Genova in un arco temporale compatibile.

Di pari passo il lavoro degli investigatori prosegue per capire come sia morto l'uomo; fra le ipotesi al vaglio anche quella dell'omicidio.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scooter contro auto della polizia, un morto

  • Sampierdarena, dà in escandescenze per la strada e ferisce 3 poliziotti

  • Allerta meteo arancione, scuole chiuse nei municipi Ponente e Medio Ponente, allagamenti nella notte e caos viabilità

  • Incidente al casello, un morto

  • Meteo: fine settimana di maltempo, allerta su tutta la Liguria

  • A San Desiderio l'ultimo saluto a Luca

Torna su
GenovaToday è in caricamento