Telecamere ai semafori, multano chi passa con il rosso

Sono tre gli incroci dove sono stati installate le nuove apparecchiature, che rilevano eventuali infrazioni dei veicoli in transito. Ancora non si conosce la data precisa della loro entrata in funzione, ma è probabile non passi molto tempo

Agli incroci fra corso Europa, via Timavo e via Isonzo, a quello fra corso Torino e via Tolemaide e infine fra corso Torino e via Invrea sono state installate delle telecamere, attive 24 ore su 24.

Oltre a ragioni di sicurezza, le telecamere registrano l'eventuale passaggio di auto e moto con il semaforo rosso. Per questioni di privacy non registrano sempre, ma solo nel caso in cui un veicolo attraversi l'incrocio con il semaforo rosso. Sono state installate sui quattro lati e in caso di infrazioni, i fotogrammi serviranno per multare i guidatori.

Il sistema si chiama T-Red e per metterlo l'assessorato al Bilancio del Comune di Genova ha stanziato 120mila euro. Su ogni lato degli incroci ci sono due telecamere, una che riconosce i colori del semaforo e l'altra che scatta foto anche di notte. Quando i semafori diventano gialli, le telecamere cominciano a scattare, andando avanti finché l'impianto non indica il rosso.

Secondo il codice della strada, chi passa con il semaforo rosso fra le ore 7 e le 22 è sottoposto a una sanzione di 163 euro, che diventano 200 se l'infrazione avviene di notte. Oltre alla multa c'è la decurtazione di sei punti di patente, che salgono a 12 per i neopatentati.

La novità è destinata a mietere non poche vittime soprattutto in via Isonzo e via Timavo, dove, dopo le ultime modifiche, le due corsie sono regolate da altrettanti semafori e quasi sempre capita l'automobilsta sbadato di turno, che ingrana la prima quando è verde nella corsia affianco, ma non nella sua.

Ancora non si sa da quando i T-Red saranno in funzione a regime, è probabile che prima si passi attraverso un periodo di sperimentazione. Sia la centrale operativa che la segreteria del comando di Polizia locale non hanno saputo ancora indicare un calendario preciso. Prima le telecamere andranno tarate, ma, visto che il montaggio è terminato, è probabile che entrino in funzione abbastanza presto.

«L'installazione dei semafori Smart - spiega l'assessore Garassino - è iniziata come previsto in corso Europa e in corso Torino incrocio via Invrea, considerato uno dei punti maggiormente a rischio per gli incidenti stradali. Sono inoltre in corso di valutazione installazioni in altre strade, sulla base dello studio effettuato in collaborazione con la Polizia stradale su quelle in cui si verificano con più frequenza incidenti».

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La curiosità: perché a Genova ci sono tante finestre dipinte sui palazzi?

  • La curiosità: perché a Genova i numeri civici sono di due colori diversi?

  • Le migliori sagre dell'autunno 2019 a Genova e provincia: dove e quando

  • Piante di marijuana alte due metri, quarantenne nei guai

  • I cognomi più diffusi a Genova e il loro significato

  • Incidente in porto, tre operai feriti

Torna su
GenovaToday è in caricamento