Piazza delle Erbe: lunedì primo giorno di scuola

Apre lunedì la nuova scuola di piazza delle Erbe, nel centro storico genovese. La campanella suonerà per i primi 180 allievi in una struttura che può ospitarne più di 400

Lunedì 27 gennaio suonerà la campanella. La nuova scuola di piazza delle Erbe sarà ufficialmente aperta, accogliendo i primi 180 allievi. Con il progressivo completamento degli arredi l’edificio ospiterà 250 alunni della scuola primaria e 168 delle medie.

Ė giunta così a compimento un’opera a lungo attesa dal centro storico e dalla città, resa possibile dal concorso di Regione, Comune e Municipio. La struttura, articolata in due corpi distinti e sovrapposti, si distingue per la particolare architettura, realizzata al posto delle ultime macerie della guerra e inserita nel contesto dell’antico quartiere.

Oltre ad offrire spazi moderni, colorati e funzionali all’attività didattica, la nuova scuola rappresenta uno tra i più importanti interventi di riqualificazione urbanistica e sociale del centro storico. 

“Si tratta di una svolta per l’infanzia che vive nel centro storico e di una scommessa per i cittadini di domani “, osserva l’assessore alle Scuole Pino Boero. “Vivere in un ambiente scolastico funzionale e sereno apre davvero orizzonti di speranza.”

“Questo intervento  - sottolinea l’assessore ai Lavori Pubblici Giovanni Crivello - può essere portato ad esempio nell’intero Paese, perché abbiamo ricostruito una scuola di elevata qualità architettonica e tecnologica laddove erano rimaste macerie belliche in uno dei centro storici più belli d’Italia.”

LA SCHEDA TECNICA

L’intervento insiste su di un lotto posto tra via di Porta Soprana e vico Mezzagalera, che come è noto, era una delle ultime zone del centro storico genovese dove erano evidenti le tracce dell’ ultimo conflitto mondiale, in modo particolare di quei bombardamenti che colpirono questa zona tra il 1943 ed il 1944 causando danni ingentissimi e la scomparsa di una considerevole mole di edifici monumentali e di semplici abitazioni.

Il P.R.U. di Porta Soprana di iniziativa pubblico/privata ha operato nella direzione del “restauro urbano” ricostruendo il tessuto preesistente, caratterizzato da palazzate continue lungo la strada di origine medioevale ed introducendo strategicamente alcune zone di alleggerimento di una densità edilizia evidentemente più accettabile.

In questo quadro si inserisce la nuova scuola elementare e media di piazza delle Erbe:  2 sezioni di 5 classi per la scuola elementare (250 alunni) e 2 sezioni di 3 classi per la scuola media (168 alunni) per un totale di 16 classi normali e 3 aule speciali in comune alle due scuole ed utilizzate a rotazione, per un totale di mq. 2.425 per  418 alunni.  

Inoltre uffici di direzione e segreteria, servizi igienici, aula professori, sala di lettura, mensa e depositi.

Il sistema innovativo di costruzione delle strutture portanti con casseri a perdere in pannelli isolanti, consente di migliorare le caratteristiche energetiche dell’ edificio scolastico. Inoltre, dal punto di vista impiantistico, l’ immobile è dotato di impianto fotovoltaico in copertura, impianto per il recupero delle acque piovane utilizzate per gli scarichi dei servizi igienici ed impianto di controllo dell’ illuminazione delle aule.

Costo dell’opera € 6.333.111,97

Fondi del Comune                        €.   2.133.265

Fondi Ministeriali (PRU Erbe)  €. 3.479.246

Fondi FAS                                    €.    720.600

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sampierdarena, dà in escandescenze per la strada e ferisce 3 poliziotti

  • Allerta meteo rossa tra domenica sera e lunedì: scuole chiuse, le previsioni del tempo

  • Allerta rossa, Limet: «È come se la Liguria fosse sommersa di benzina. Finchè qualcuno non spara il colpo»

  • Meteo: fine settimana di maltempo, allerta su tutta la Liguria

  • Maltempo, breve tregua prima della nuova "ondata": ecco cosa aspettarsi

  • Quarto, furgone esce di strada e finisce sugli scogli

Torna su
GenovaToday è in caricamento