Raid notturno con bombolette in centro: scritte contro Bucci e Salvini

Vergate sui muri dei palazzi e sull'asfalto di via Dante e via Ceccardi, definiscono il sindaco "un belinun" e il ministro degli Interni un "criminale"

Decine di scritte contro il sindaco Marco Bucci e il ministro degli Interni, Matteo Salvini, sono state tracciate sui muri di alcuni palazzi e sull’asfalto di diverse vie del centro città.

La scritte, tracciate in arancione e in nero, sono state avvistate nei pressi di piazza Dante e nelle vicinanze della Banca d'Italia: il sindaco viene definito “belinun”, e Salvini “criminale”. Nei giorni scorsi un’altra scritta era comparsa in via Dante, bersaglio il governatore ligure Giovanni Toti, definito “bottegaio”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ancora non è chiaro quando i writer (e in quanti) siano entrati in azione, ma è probabile che tutto sia accaduto nella notte tra lunedì e martedì. Sull’accaduto è stata fatta una segnalazione alla Digos, che sta facendo accertamenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: la curva rallenta, ma i contagiati sono oltre 2.000 e i morti 254

  • Scrive sull'auto certificazione: «Vado a comprare dello stupefacente» e altre scuse assurde di chi esce di casa a Genova

  • Basilico in esubero per chiusura ristoranti, le aziende agricole organizzano la consegna a domicilio

  • Coronavirus, i numeri tornano a crescere in Liguria: 2.226 i positivi, 26 nuovi decessi

  • Coronavirus: 1.273 le persone positive in Liguria (181 nelle ultime 24 ore), 151 i morti

  • Coronavirus: lieve calo dei nuovi casi dopo tre giornate nere, i morti sono 231

Torna su
GenovaToday è in caricamento