Scritte contro Guido Rossa, denunciati tre donne e un uomo

La Digos è riuscita a identificare 4 delle 5 persone ritenute responsabili dei graffiti tracciati in salita Santa Brigida in occasione delle celebrazioni per i 40 anni dalla scomparsa del sindacalista ucciso dalle Br

Sono stati identificati gli autori delle scritte contro Guido Rossa comparse in salita Santa Brigida lo scorso 23 gennaio, nel giorno in cui il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, è arrivato a Genova per le celebrazioni dei 40 anni dalla morte del sindacalista ucciso dalle Br.

Si tratterebbe, stando agli accertamenti della Digos, di tre donne e un uomo, identificati anche grazie ai filmati delle telecamere di sorveglianza nonostante le precauzioni prese per evitare di essere immortalati. All'appello manca ancora un'altra persona, una donna, su cui gli investigatori stanno ancora indagando.

Il gruppetto era presumibilmente entrato in azione nella notte tra martedì e mercoledì, scegliendo un luogo non casuale per le scritte: in salita Santa Brigida, dove è presente anche una targa commemorativa, le Brigate Rosse uccisero l'8 giugno del 1976 il giudice Francesco Coco, procuratore generale presso la Corte d’Appello di Genova, e la sua scorta.

I quattro, tutti figure di spicco dell'area anarchica genovese e già noti alle forze dell'ordine, sono stati denunciati: devono rispondere di imbrattamento con finalità di terrorismo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sorbillo apre a Genova: «Pizza gratis per tutti»

  • Scopre la morte della madre e si uccide gettandosi dal Monoblocco

  • Ucciso il cinghiale "educato" che attraversava sulle strisce guidato dal vigile

  • Dal cibo all'allontanamento forzato: ecco perché non si possono aiutare le orche in porto

  • Orche in porto, interviene il Ministero: «Probabilmente sono malate»

  • Alimenti scaduti nel frigo del supermercato, multa da diecimila euro

Torna su
GenovaToday è in caricamento