Scontri in piazza Corvetto, salgono a 48 i denunciati

Altre 22 persone identificate dalla Digos basandosi sulle riprese della Scientifica: si tratta in gran parte di volti noti appartenenti agli ambienti dei centri sociali, portuali, anarchico-insurrezionalisti e degli "ultra"

La Digos della Questura di Genova ha denunciato altre 22 persone, sempre tutte genovesi e di età media compresa tra i 20 e i 56 anni, che hanno partecipato agli scontri del 23 maggio in piazza Corvetto, in occasione del comizio per la chiusura della campagna elettorale di CasaPound in piazza Marsala in cui si sono verificati scontri e in cui è rimasto ferito il giornalista Stefano Origone.

Con i nuovi provvedimenti salgono quindi a 48 i manifestanti denunciati per gli scontri con la polizia avvenuti tra via Palestro e piazza Corvetto. In mattinata la Digos ha consegnato al sostituto procuratore Gabriella Dotto la notizia di reato per altre 22 persone. Si tratta di persone in molti casi già note alla Digos, che gravitano negli ambienti dei centri sociali genovesi, portuali, anarchico “movimentiste” e insurrezionaliste, e anche di alcuni “ultras” del Genoa: sono stati denunciati a vario titolo per resistenza aggravata, porto di oggetti atti ad offendere, getto pericoloso di cose, danneggiamento, travisamento e in alcuni casi per accensione pericolosa e lancio di fumogeni.

Gli investigatori della Digos sono riusciti a risalire all’identità dei denunciati grazie anche alle riprese della Polizia Scientifica fatte sia prima dell’inizio della manifestazione sia durante la fase degli scontri, immagini che hanno consentito di ricostruire la dinamica degli avvenimenti e di identificare e denunciare altre 22 persone in aggiunta alle 26 già identificate e denunciate. 

Negli scontri di Corvetto si sono verificate anche alcune cariche della polizia, in una delle quali è rimasto ferito il giornalista Stefano Origone, atterrato e picchiato all’altezza dell’incrocio con via Santi Giacomo e Filippo. Origone ha riportato la frattura di un dito della mano, per cui è stato operato, alcune costole fratturate e un trauma cranico. A oggi quattro agenti sono indagati per il pestaggio.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La curiosità: perché a Genova ci sono tante finestre dipinte sui palazzi?

  • La curiosità: perché a Genova i numeri civici sono di due colori diversi?

  • Le migliori sagre dell'autunno 2019 a Genova e provincia: dove e quando

  • Piante di marijuana alte due metri, quarantenne nei guai

  • Incidente in porto, tre operai feriti

  • Amt, l'orario invernale porta con sé alcune novità

Torna su
GenovaToday è in caricamento