Scolmatore del Bisagno, cantiere al via nel 2020

La pubblicazione della gara avverrà entro giugno, con l'apertura del cantiere nei primi mesi del 2020. Sarà completamente sotterraneo

Il Bisagno in piena

È stata rilasciato questa mattina, in sede di Conferenza dei servizi, il parere positivo alla Via (Valutazione di Impatto Ambientale) per lo scolmatore del Bisagno. Si tratta di un intervento completamente in sotterrano il cui valore è di circa 204 milioni di euro che partirà dagli impianti sportivi della Sciorba per arrivare al mare e convoglierà in una galleria lunga 6,6 chilometri, circa 450 metri cubi di acqua al secondo.

All'approvazione della Via seguirà quella del progetto esecutivo entro marzo e la pubblicazione della gara entro giugno, con l'apertura del cantiere nei primi mesi del 2020.

«Quello di oggi è un tassello fondamentale, frutto di tre anni e mezzo di lavori e una vittoria delle istituzioni - dichiara il presidente di Regione Liguria e commissario controm il dissesto idrogeologico Giovanni Toti - quando siamo arrivati abbiamo preso un progetto definitivo, ormai datato che abbiamo dovuto aggiornare e portare in gara per sviluppare il progetto esecutivo, adeguandolo alle osservazioni del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici e oggi siamo soddisfatti di essere arrivati a un punto importante».

Grande soddisfazione è stata espressa anche dall'assessore regionale alla Protezione civile e difesa del suolo Giacomo Giampedrone: «oggi con il rilascio del parere positivo sulla Via siamo a una svolta per una tra le più grandi opere infrastrutturali messa in campo dalla giunta regionale e dalla struttura commissariale di Regione Liguria che ci ha impegnato dal primo momento in cui siamo arrivati - spiega l'assessore regionale alla Difesa del Suolo Giacomo Giampedrone -. Dopo la Via seguirà, entro fine marzo, l'approvazione del progetto esecutivo e l'avvio della gara entro giugno con la consegna del cantiere nei primi mesi del 2020, un obiettivo questo che ci eravamo posti da subito».

«Nel frattempo il 2020 - continua l'assessore Giampedrone - sarà l'anno del termine dei lavori del terzo lotto della copertura del Bisagno che insieme allo scolmatore del Fereggiano, già in attività, rappresentano una triangolazione di opere in grado di ridurre fortemente il rischio idraulico sulla città di Genova. In sede di gara i nostri tecnici valuteranno la qualità dello scavo, la riduzione dell'impatto e anche i tempi di realizzazione dell'opera e poi ci sarà la parte sul recupero dei materiali da scavo. Oggi abbiamo già ottenuto il risultato di avere un cantiere completamente sotterraneo».

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Elezioni

    Elezioni europee e amministrative, si vota fino alle 23

  • Cronaca

    Scontri in piazza Corvetto, dimesso dall’ospedale il giornalista ferito

  • Cronaca

    La cena non gli piace: aggredisce la madre disabile e minaccia di ustionarla

  • Cronaca

    Busalla, incendio in un'azienda: a fuoco un camion

I più letti della settimana

  • Costa Crociere assume, 300 posti disponibili a bordo: come partecipare alle selezioni

  • Genoa: incubo retrocessione, tutti i calcoli per la salvezza

  • Auto travolge scooter fermo, quattro feriti

  • Ritrovata la ragazzina scomparsa giovedì a Pra'

  • Forte odore di marijuana nelle scale del palazzo, i carabinieri bussano alla porta

  • Incidente a Genova Est, cinque feriti

Torna su
GenovaToday è in caricamento