Santa Margherita conta i danni, distrutto il Covo

Tra i danni più gravi che la città ha subito a causa della mareggiata ci sono il crollo totale di una porzione di diga foranea del porto e il crollo in più parti della strada provinciale per Paraggi

È iniziata la conta dei danni dopo il maltempo e la violenta mareggiata che ha colpito la Liguria lunedì 29 ottobre 2018. Fra Portofino, Santa Margherita e Rapallo la situazione più difficile. La fase di allerta rossa non è ancora finita (termina alle 15), ma Santa Margherita Ligure non si è fermata. Da ieri pomeriggio si lavora incessantemente per la sicurezza delle persone in primis.

Attualmente la strada per Portofino resta chiusa. La strada di Ghiaia è stata pulita ma non ancora riaperta al traffico veicolare per permettere il movimento dei mezzi di soccorso. Unica via d'accesso e di uscita dalla città resta San Lorenzo della Costa e la via Aurelia.

Tra i danni più gravi - ancora in corso la conta e le verifiche - che la città ha subito ci sono il crollo totale di una porzione di diga foranea del porto e il crollo in più parti della strada provinciale tra il Regina Elena e Paraggi. Distrutto lo storico locale Covo di Nord Est.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La curiosità: perché a Genova ci sono tante finestre dipinte sui palazzi?

  • La curiosità: perché a Genova i numeri civici sono di due colori diversi?

  • Le migliori sagre dell'autunno 2019 a Genova e provincia: dove e quando

  • Piante di marijuana alte due metri, quarantenne nei guai

  • I cognomi più diffusi a Genova e il loro significato

  • Incidente in porto, tre operai feriti

Torna su
GenovaToday è in caricamento