Parcheggi disabili, al San Martino guerra contro i "furbetti "

Ogni giorno il policlinico pubblicherà sulla propria pagina Facebook le foto delle auto in divieto di sosta. L'iniziativa è stata comunicata con un post dal direttore generale Giovanni Ucci

Per chi non rispetta il posteggio disabili arriva "la gogna social". L'ospedale San Martino ha deciso di pubblicare sulla pagina Facebook del policlinico, le foto delle auto dei cosiddetti "furbetti" del contrassegno; coloro che, incuranti della legge e senza alcuna remora etica, occupano il posto riservato ai portatori di handicap.

Le taghe sono debitamente coperte anche se i commentatori al messaggio chiedono a gran voce di renderle pubbliche.

«Rispettare gli spazi riservati alle persone disabili prima che un obbligo di legge è una attitudine che denota rispetto e civiltà», si legge nel post pubblicato giovedì 25 ottobre su Facebook. «Non riuscendo sempre a far rimuovere per tempo gli automezzi sprovvisti di permesso e non avendo alcuno strumento amministrativo per sanzionare questi abusi - fa sapere il direttore generale Giovanni Ucci - la direzione del Policlinico ha deciso di pubblicare quotidianamente qui le foto con targa oscurata degli automezzi che occupano impropriamente gli spazi riservati con l’auspicio di contribuire ad una riflessione che aiuti a cambiare certe cattive abitudini».

Potrebbe interessarti

  • Cenare sul mare: 5 ristoranti da provare a Genova e dintorni

  • La leggenda dell'isola di Bergeggi

  • È vero che i farmaci generici sono uguali a quelli di marca?

  • Perché San Giovanni Battista è il patrono di Genova?

I più letti della settimana

  • Incendio all'ultimo piano di un palazzo, abitanti in fuga dalle scale

  • Resta bloccata in un parcheggio e sfonda il cancello con l'auto

  • Paura in porto, una donna si getta dalla nave

  • Accoltella un uomo alla gola, fermato da poliziotta "cintura nera"

  • La leggenda dell'isola di Bergeggi

  • Blitz al circolo privato, diecimila euro di multa al presidente

Torna su
GenovaToday è in caricamento