Sampierdarena: sgomberato il campo nomadi di lungomare Canepa

Una quindicina di rom, tra cui donne e bambini, vivevano in condizioni al limite sono stati accompagnati in questura per l'identificazione

Ieri pomeriggio, gli agenti del Commissariato Cornigliano, a seguito di numerose lamentele da parte di cittadini residenti in lungomare Canepa a Sampierdarena, si sono recati in quella via dove si congiunge con la nuova arteria di via Guido Rossa, per verificare la presenza di un insediamento abusivo.

In effetti i poliziotti hanno riscontrato la presenza di un campo rom in fase di costruzione, dove tutti i residenti sono risultati essere di cittadinanza rumena. I rom erano intenti a trasportare con mezzi di fortuna suppellettili e mobilia varia da utilizzarsi per allestire il loro ritrovo che si presentava in condizioni igienico sanitarie al limite.

I poliziotti hanno identificato i presenti nel campo, 14 persone che sono state accompagnate in questura e denunciate per l'occupazione del suolo pubblico, reato per il quale alcuni dei fermati erano già stati più volte denunciati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia in centro storico, bimba di tre anni muore cadendo dalla finestra

  • Precipita da un viadotto sull'A26 per fare pipì, gravissimo in ospedale

  • Intossicazione da monossido, morte madre e figlia

  • Orche in porto, i timori di un gruppo di esperti: «Il piccolo sta morendo»

  • È morto Carlo Biondi, figlio di Alfredo

  • Orche "superstar", nuovo avvistamento in porto: «Spettacolo mozzafiato»

Torna su
GenovaToday è in caricamento