Ordinanze anti-alcol, a Sampierdarena una manifestazione per chiedere più controlli

Residenti e comitati del quartiere si sono dati appuntamento per il 6 maggio per una protesta finalizzata a chiedere interventi concreti e il rispetto dei provvedimenti emessi dalla giunta

Una manifestazione per chiedere interventi concreti, un maggiore controllo e soprattutto il rispetto delle due ordinanze emesse - in ritardo - dal sindaco Marco Doria e dalla sua giunta per dare un giro di vite alla movida selvaggia e ai cosiddetti “circoli culturali”, una delle piaghe del quartiere: Sampierdarena si prepara a scendere in piazza per mettere un freno a una «situazione insostenibile» che, nonostante l’arrivo dei tanto attesi provvedimenti, potrebbe rimanere invariata.

L’appuntamento è per venerdì 6 maggio alle 18 in piazza Barabino, cuore della delegazione, dove i residenti si riuniranno per chiedere «le soluzioni attese da tempo», come fanno sapere dalle Officine Sampierdarenesi, il comitato promotore della manifestazione che ormai da tempo si batte per riqualificare il quartiere: «Dopo la tardiva emanazione delle ordinanze sindacali che renderanno esecutivo il nuovo regolamento contro i circoli pseudo-culturali e l’abuso di alcool, al fine di evitare che anche questo strumento rimanga carta straccia, pretendiamo gli opportuni controlli, interventi immediati, efficaci, risolutivi e permanenti e la tempestiva attivazione del Comitato Municipale sulla Sicurezza».

Le ordinanze sono state illustrate nel dettaglio ieri dal sindaco Marco Doria e dagli assessori alla Legalità e allo Sviluppo Economico, Elena Fiorini ed Emanuele Piazza, alla presenza dei presidenti dei municipi interessati dai provvedimenti - Centro Est e Centro Ovest - Simone Leoncini e Franco Marenco: tra i principali cambiamenti introdotti dai provvedimenti, l’obbligo da parte dei mini market e degli esercizi commerciali che vendono alcol di chiudere alle 21 e per bar e circoli privati di sospendere la somministrazione di bevande alcoliche all’una nei giorni feriali, alle 2 nei giorni festivi

Vaste le aree interessate, che comprendono tutto il centro storico e De Ferrari e gran parte di Sampierdarena, dove sono ormai mesi - sin dall’approvazione del regolamento generale, lo scorso febbraio - che comitati e residenti chiedono l’emanazione di provvedimenti più precisi e strutturati sulla base della realtà territoriale. Di seguito, le vie che rientrano nelle ordinanze:

Centro storico

- piazza De Ferrari.
- via Bersaglieri d’Italia
- piazza della Commenda, 
- piazza Scalo 
- via Gramsci 
- piazza Caricamento
- piazza Raibetta
- via Turati
- corso Quadrio 
- via della Marina
- via Madre di Dio
- via Ravasco
- via del Colle
- via di Porta Soprana
- via Petrarca
- piazza De Ferrari
- via XXV Aprile
- piazza Fontane Marose
-via Garibaldi
- piazza della Meridiana
- via Cairoli
- largo della Zecca
- via Bensa
- piazza della Annunziata
- via Balbi
- piazza Acquaverde
- via A. Doria.

Sampierdarena

- via Chiusone
- via Argine Polcevera sino a via Capello,
- via Capello
- via Fillak
- via del Campasso sino al voltino lapide Caduti del Campasso compresa via Anguissola (chiusa)
- via Vicenza
- via Caveri sino a incr. via Bazzi
- via Bazzi
- piazza Ghiglione
- via Currò (tra piazza Ghiglione e via C.Rolando)
-  via C. Rolando
- via G.B.Monti sino a via Alfieri
- via Alfieri
- via Cantore (tratto a monte tra via G.B. Monti e via Alfieri e a mare tra piazza Montano e via U.Rela)
- via Cantore da via U.Rela a via Pedemonte (tratto di confine esterno non rientrante)
- via Pedemonte sino a via Dottesio
- Via Dottesio sino a via di Francia
-  via di Francia (proiezione su via Scarsellini)
-  via Scarsellini
- Lungomare Canepa
- via Operai
- via Pacinotti
- via Pieragostini sino a largo Jursè
- largo Jursè
- via Spataro
- via Orgiero
- via Bezzecca
-  via Miani (chiusa).

Potrebbe interessarti

  • Forbes: «8 posti in cui mangiare da non perdere in Liguria (con relative specialità)»

  • Manhattan scopre la focaccia di Recco: «Una tentazione eccezionale»

  • Cenare sulla spiaggia: 4 ristoranti a Genova e dintorni per mangiare a due passi dalle onde

  • Il compositore Richard Wagner: "Non ho mai visto nulla come Genova"

I più letti della settimana

  • Tragedia a Busalla, donna incinta trovata morta in casa

  • Superenalotto, in Liguria un'altra vincita

  • Forbes: «8 posti in cui mangiare da non perdere in Liguria (con relative specialità)»

  • Assalto al pulmino della gita per riprendersi il figlio

  • Manhattan scopre la focaccia di Recco: «Una tentazione eccezionale»

  • Cenare sulla spiaggia: 4 ristoranti a Genova e dintorni per mangiare a due passi dalle onde

Torna su
GenovaToday è in caricamento